Cittadelle
PDF Stampa
 
Espandi +

“E fu a Einsiedeln che capii, vedendo dall’alto di una collina la basilica e il suo contorno, che doveva sorgere nel Movimento una città, la quale non sarebbe stata formata da un’abbazia o da alberghi, ma da case, luoghi di lavoro, scuole, come una comune città”. Scrisse così Chiara Lubich nel suo diario del Marzo 1967. Erano i ricordi dell’estate 1962 in Svizzera, quando ebbe la prima intuizione di quello che oggi sono le “cittadelle” o “mariapoli permanenti”, tra le realizzazioni più conosciute del Movimento dei Focolari.

Espandi +
 
Articoli
Mariapoli nel mondo, segni di una società rinnovata dall’amore
18 agosto 2013 |
1
 
20130817=a
Le mariapoli mostrano, in piccolo, una realtà che incoraggia tutti ad andare avanti credendo nella costruzione di un mondo più unito perché trasformato dall'amore.
Scuola Sociale 2013: Dov’è tuo fratello?
25 luglio 2013
 
IMG_7207
Argentina: con 250 partecipanti provenienti da tutto il Cono Sud, si è svolta una nuova edizione della “Scuola di Studi Sociali Igino Giordani”, in sintonia con l’appello di Papa Francesco a Lampedusa ad accogliere i fratelli in difficoltà.
Sacerdoti. Quattro mesi a Loppiano
8 giugno 2013
 
20130608-a
Sacerdoti e seminaristi provenienti da tutto il mondo trascorrono un periodo al Centro di formazione di Loppiano. Una “scuola di vita integrale”, secondo il racconto di un sacerdote italiano.