Igino Giordani
PDF Stampa
 
Espandi +

Igino Giordani è una figura singolare nella storia dei Focolari. Insegnante, antifascista, bibliotecario, sposato e padre di quattro figli, era un noto polemista dell’area cattolica, pioniere dell’impegno dei cristiani in politica, scrittore e giornalista.

Difensore della pace ad ogni costo, divenne ufficiale nella prima guerra mondiale, dove fu ferito e decorato. Dopo la seconda guerra mondiale, vissuta da antifascista costretto all’esilio, venne anche eletto alla Costituente. Fu deputato, laico illuminato, pioniere dell’ecumenismo. Fu ancora lui, a portare le realtà dei laici sposati e della famiglia all’interno del focolare, aprendolo – in certo modo – all’intera umanità. Chiara Lubich, per questi e altri motivi ancora, considerò Giordani, familiarmente chiamato “Foco”, uno dei “cofondatori” del Movimento dei Focolari.

Espandi +
 
Articoli
La guerra: un omicidio in grande
31 dicembre 2012
 
20121231-a
Pensieri di Igino Giordani da “L’inutilità della guerra”
Pubblico – privato: cos’è la fede?
11 ottobre 2012
 
20101011-a
Igino Giordani ne parla estesamente nel volume ‘Segno di contraddizione’, pubblicato nel 1964. Il linguaggio usato è quello dell’epoca, ma trasmette ugualmente la forza appassionata di chi vede la fede in una dimensione comunitaria e non solo a proprio uso e consumo.
La carità principio sociale
20 settembre 2012
 
Igino_Giordani_a
Pubblichiamo parte di uno scritto di Igino Giordani, in cui, compiendo un'analisi degli aspetti principali della rivoluzione portata dal Vangelo nella vita della società, indica la Carità come una grande virtù sociale.
 
«...34567...»