Giovani per un mondo unito
PDF Stampa
 
Espandi +

Sin dagli inizi del Movimento, i giovani vi sono stati presenti e protagonisti, la loro fisionomia specifica inizierà però a delinearsi a partire dal 1967 quando Chiara Lubich, con il motto “Giovani di tutto il mondo unitevi!”, porrà le basi per il costituirsi dei movimenti giovanili: l’anno dopo nascerà il Movimento gen e nel 1985, come irradiazione di questo, i Giovani per un mondo unito *.

A quel richiamo hanno risposto, e continuano a rispondere tutt’ora, giovani di età compresa tra i 17 e 30 anni, sparsi ovunque nei cinque continenti, di diverse etnie, nazionalità e culture.Appartengono a varie denominazioni cristiane, a diverse religioni, oppure non professano un credo religioso, ma tutti sono accomunati dal desiderio di costruire il mondo unito: di rendere l’umanità sempre più una sola famiglia, nel rispetto dell’identità di ciascuno.

Percorrono tutte le vie possibili per costruire la fraternità universale, onde sanare le divisioni esistenti nelle famiglie, fra le generazioni, tra i diversi gruppi sociali…

Espandi +
 
Fatti di vita
 
 
 
 
Articoli
Portogallo. Prendere il mondo
14 maggio 2014
 
20140514-A
Oltre 1200 giovani hanno raccolto l'invito a «prendere il mondo» lanciato dai Giovani per un mondo unito del Portogallo, affollando il 1° maggio la cittadella Arco Iris per una giornata dedicata alla fraternità.
Sharing with Africa, al cuore della Settimana Mondo Unito
8 maggio 2014 |
1
 
2014UWW
Il saluto d’inizio della SMU 2014 parte dal Kenia, dalla cittadella dei Focolari nei pressi di Nairobi. Giovani di 29 nazioni, tra cui 14 africane, si ritrovano per un cantiere culturale, sociale e spirituale.
Al via la Settimana Mondo Unito 2014
30 aprile 2014 |
3
 
20140430-b
I giovani per un mondo unito (GMU) rendono visibile la reciprocità tra culture. Al centro “Sharing with Africa”: in diretta internet l’apertura della SMU, il 1° maggio alle ore 13 italiane.