Piergiorgio Colonnetti

 
«Quello che importa è solo la volontà di Dio». (1930 - 17 luglio 2013)
1

Uomo di grandissima umiltà, Piergiorgio Colonnetti aveva come caratteristica la capacità di mettersi a servizio degli altri con grande intelligenza, profondo ascolto e comprensione.

È venuto a mancare la mattina del 17 luglio 2013, in seguito ad una breve, grave e inattesa malattia, attorniato dai familiari e dai focolarini.

Nato a Torino nel 1930, aveva conosciuto i Focolari nel 1956, partecipando in seguito a una delle prime mariapoli a Fiera di Primiero. Nel 1957 ha sposato Simonetta. Insieme costituiscono una delle prime “famiglie focolare”.

Si sono trasferiti a Roma nel 1967, quando a Pier Giorgio è stato chiesto di lavorare nella fondazione “Aiuto alla Chiesa che Soffre”. Da Chiara Lubich è stato chiamato dal1987 a ricoprire incarichi di responsabilità in diversi ambiti del Movimento.

“Ringrazio il Signore per le immense grazie ricevute da quando ho conosciuto l’Ideale [dell’unità] fino ad oggi e per il tempo che mi rimarrà e per ‘come’ lo potrò vivere, ma quello che importa è solo la volontà di Dio, chiedendoGli solo, se possibile, di poter continuare ad amare fino all’ultimo momento” – scriveva nella primavera di quest’anno – “Questa fase della mia vita, breve o lunga che sarà, è piena di luce e di serenità e cerco di viverla solo per Dio, per la sua Opera, per l’intera Chiesa universale, in piena unità con Papa Francesco”. “L’importante è solo fare quello che Lui ha in cuore e raggiungerLo”.

Regolamento(500)

 

Commenti

  1. Orly Tiongco

    I will remember Pier Giorgio as one of those who impressed me most when I attended my first school in Rome. I wondered who the small guy lugging our big suitcases was, a man literally at the service of man…full of love. They told me that he was Pier Giorgio. Since then he had always been in my heart. He and Simonetta are truly children of Chiara, a couple to be emulated.

    In unity,

    Orly (and Emilie)

    Rispondi

Leggi anche