La “Festa delle luci”

 

La festività ebraica di Chanukkà, conosciuta anche con il nome di Festa delle luci o Festa dei lumi, che ogni anno inizia il 25° giorno del mese ebraico di Kislev e si prolunga nel mese di Tevet, quest’anno inizierà la sera del 13 dicembre e durerà fino al 20. La festività ricorda la rivolta dei Maccabei, nel II secolo a.C., insorti in difesa del monoteismo, della propria terra e dei propri costumi contro i Greci, che volevano spogliare gli ebrei della loro identità. Tornati nel Tempio di Gerusalemme, dopo l’occupazione ellenica, per riconsacrarlo, vi trovarono solo una piccola ampollina d’olio, sufficiente per un solo giorno. Miracolosamente quella piccola quantità d’olio diede la luce per otto giorni.
Ogni anno, in questo periodo, ogni famiglia ebraica accende nella propria casa la Chanukkià (il candelabro a nove bracci) per otto sere, tante quanti furono i giorni in cui l’ampolla d’olio rimase accesa nel Tempio. Il candelabro viene posizionato vicino alla finestra, perché sia ben visibile anche all’esterno, come monito a rispettare sempre la vita e i suoi ideali.

Regolamento(500)