(Italiano) Appassionati di Città Nuova

En attente de traduction française… Pour le confort de l’utilisateur, le contenu est affiché ci-dessous dans une autre langue. Vous pouvez cliquer le lien pour changer de langue active.

Erano 700 gli aderenti dei Focolari convenuti a Castelgandolfo nei giorni scorsi. I più lontani arrivavano da Hong Kong e Corea, e non mancavano le rappresentanze dall’America, Brasile, Argentina e Messico, così come da diversi Paesi nord e centro europei, e da molte regioni italiane. La restante parte del mondo è attesa invece a gennaio, per il secondo appuntamento.

E’ in questo contesto che Marta Chierico, che per la rivista Città Nuova si occupa della promozione, ha presentato a un pubblico internazionale la proposta di un “cammino appassionante”, “in cui lavorare insieme per le nostre città e dare notizia delle tante buone notizie che non fanno rumore”. Presenti idealmente quindi non solo l’edizione italiana, ma le 36 edizioni in tutto il mondo in 22 lingue.

Nella grande famiglia di Città Nuova – si ricorda citando Chiara Lubich – i lettori hanno uguale dignità dei giornalisti, dove chi legge e propone il giornale ad altri, costruisce, mattone dopo mattone, la “città nuova”, la città di Dio sulla terra. Insieme protagonisti di un’avventura editoriale con l’obiettivo di costruire ponti di unità in tutti gli ambienti.

E’ una rivista libera Città Nuova, non condizionata da un editore forte, da pubblicitari agguerriti. Ma questa libertà ha un prezzo. “Per questo non ci trovate in edicola – afferma la Chierico -, non abbiamo il capitale che lo consente. La nostra forza sono i lettori che si abbonano e leggono”, anche on line.  Per questo è nato il nuovo sito dove ogni giorno si possono trovare commenti a notizie di attualità, cultura e cronaca nazionale e internazionale grazie anche alla collaborazione con una rete di giornalisti in tutto il mondo.

“Città Nuova è vostra”. Come diventare “protagonisti appassionati”? Tre le proposte:

Abbonarsi. Se ci si abbona entro il 31 dicembre 2010, in regalo la nuova biografia di Chiara Luce nel primo numero di febbraio 2011. Inoltre l’edizione italiana offre la possibilità, con un’integrazione di soli 18 €, di avere anche un piccolo libro al mese che approfondisce temi scottanti di attualità dalla prospettiva della cultura dell’unità.
Leggere.  E segnalare esperienze e contributi di riflessione, eventuali critiche costruttive che aiutano la redazione a migliorare.
Contagiare, proponendo la rivista e i libretti ad altri. Ecco perché, da adesso, chi è un semplice abbonato, può diventare “appassionato abbonatore di altri”.

Ancora oggi quindi lettori, che – come dal 1956 in poi, quando la rivista è nata, si prendono cura della propria gente e delle proprie città, dando così il loro contributo nel formare la coscienza sociale e nel tessere la fraternità nei vari Paesi.

Comments are disabled.