Comunità di fedi diverse, insieme verso una convivenza armoniosa della famiglia umana

Washington, domenica 12 novembre 2000

“Non è più tempo per vivere isolati. Cristiani e musulmani si devono incontrare e conoscere. Questo è quanto possiamo mostrare: persone di religioni diverse che si riconoscono parte di un’unica umanità; persone che hanno trovato una vita nuova perché il peso dei pregiudizi è stato levato dal loro cuore”.

Così l’Imam W.D. Mohammed, leader degli afro-americani musulmani, riconosciuto in campo internazionale, motiva l’iniziativa della grande Convention a cui ha invitato Chiara Lubich, fondatrice del Movimento dei Focolari.

Già nel 1997, Chiara Lubich, prima donna, bianca e laica, era stata invitata dall’Imam a parlare della sua esperienza spirituale nella Moschea Malcolm X di Harlem (New York), davanti a migliaia di musulmani afro americani. Da allora si sono moltiplicati i rapporti tra i membri dei Focolari e le comunità musulmane di molte città americane. Sono nate numerose iniziative di collaborazione.

L’Imam W.D. Mohammed, 67 anni, figlio di Elijah Mohammed, fondatore della Nazione dell’Islam, movimento per il riscatto morale e sociale degli afro-americani, è il leader dell’ala pacifista da lui fondata: la Società Musulmana americana con 2 milioni di aderenti. Tra i presidenti della Conferenza mondiale delle religioni per la pace (WCRP), è da anni impegnato nel dialogo interreligioso. Recentemente ha offerto amicizia e riconciliazione a Louis Farrakham, suo antico rivale, fatto che ha avuto grande eco sulla stampa americana. Nell’ottobre scorso era tra i leaders religiosi intervenuti in P.zza San Pietro con il Papa, per il grande incontro interreligioso.

Chiara Lubich è fondatrice e presidente di un Movimento diffuso in oltre 180 Paesi, con oltre 7 milioni di aderenti e simpatizzanti, impegnato ad aprire nuove vie all’unità della famiglia umana, col dialogo tra le religioni, tra cristiani di varie Chiese, persone di convinzioni non religiose. Sin dagli anni ’60 i primi contatti con il mondo dell’Islam in Algeria hanno avviato un dialogo assai promettente, nella reciproca stima e conoscenza. Ora fra gli amici musulmani del Movimento ci sono imam e fedeli praticanti di molti paesi. Chiara Lubich è tra i presidenti onorari della WCRP, Premio Templeton ’77 per il Progresso della Religione, Premio Unesco ‘96 per l’Educazione alla Pace.

Aprirà il grande incontro il card. William Keeler, arcivescovo di Baltimora, anch’egli tra i presidenti della WCRP. Prenderanno poi la parola W.D. Mohammed e Chiara Lubich, che presenterà “una spiritualità dell’Unità per una convivenza armoniosa della Famiglia Umana”, e importanti leaders cristiani, ebrei, buddisti.

La sera precedente, 11 novembre, spettacolo con la partecipazione del Gen Rosso e artisti della Muslim American Society. Il 10 novembre, Chiara Lubich riceverà una laurea h.c. in Pedagogia dalla Catholic University of America. Saranno presenti anche numerosi musulmani.

 

 

Comments are disabled.