Catalogna, prima tappa iberica della presidente dei Focolari

A Castel D’Aro (Girona) oltre trecento persone sabato 15 gennaio hanno accolto Maria Voce in un’atmosfera di festa e di gioia. Attraverso un viaggio immaginario in “bus turistico” hanno presentato alla presidente e al copresidente dei Focolari tutta la zona dell’est della Spagna. Canzoni, danze, poesie che mostrano la grande varietà del posto. “Mi sembrava – ha affermato Maria Voce – così bello, così ricco, così completo, che mi veniva da dire: questa è una terra benedetta”.

Due le sfide lanciate in questi giorni da Maria Voce. La prima: “Scoprire qual è la santità che Dio chiede oggi alla Spagna: un cammino di santità tutto nuovo, che è vivere col carisma che Chiara ci ha dato, con la presenza di Gesù, il Santo fra noi; questo può dare nuovo impulso nella Spagna e non solo. Ancora una volta la Spagna può esser come un vivaio, un luogo dove si fa la prova che è possibile, per poi testimoniarlo fuori della Spagna stessa”.

E l’altra, più immediata: vivere per l’incontro che le nuove generazioni dei Focolari stanno preparando per i giovani di tutta la Spagna il 29 gennaio a Madrid dal titolo Positive RevolutiON! Protagonisti del nostro mondo. Con Maria Voce vogliono mostrare ai giovani l’ideale del Vangelo che li affascina (www.positiverevolution.es).
In pellegrinaggio a Montserrat
– Il 17 gennaio, quasi a conclusione del soggiorno nelle terre della Catalogna,  Maria Voce si è recata presso il Santuario della Madonna di Montserrat, patrona della Catalogna, accompagnata dall’Abate P. Josep M. Soler. Incontro caratterizzato da stima reciproca, in continuità con la fraternità e la comunione che da anni segnano i rapporti tra i Focolari e i benedettini. Anche Chiara Lubich – nel suo soggiorno in Spagna nel 2002 – aveva affermato, durante la visita al Monastero di Montserrat: “Tante volte i movimenti possono offrire l’esempio della freschezza evangelica e carismatica, così come l’impulso generoso e creativo dell’evangelizzazione. Da parte loro, i movimenti possono imparare molto dalla testimonianza della vita consacrata, che custodisce molteplici tesori di sapienza e di esperienza”. L’abate si è detto lieto di sapere che Chiara Luce Badano – la giovane recentemente beatificata a Roma – era stata a Montserrat alcuni anni prima della sua morte. “Un’altra cosa che ci unisce!” ha esclamato Padre Josep.

Sempre lunedì 17 il Cardinale di Barcellona, Mons. Sistach, ha accolto Maria Voce con grande affetto, ricordando la visita di Chiara nel 2002. E ancora in serata un incontro della Presidente con l’Arcivescovo de La Seu d’Urgell e coprincipe di Andorra, Mons. Joan-Enric Vives i Sicília.

Il viaggio si conclude con la visita alla Sagrada Familia, consacrata lo scorso novembre da Papa Benedetto XVI, e all’editrice Ciutat Nova, edizione in catalano di Città Nuova.

Ora si parte verso le terre della Andalusia, a Siviglia, nel sud della Spagna.

Comments are disabled.