Ottobre 2012

Gesù, quando finì di insegnare, seduto sulla barca di Simone, disse a lui e ai suoi compagni di gettare le reti in mare; e Simone, pur affermando che tutta la notte avevano faticato invano, soggiunse: «Sulla tua parola getterò le reti».

E, gettatele, furono talmente ripiene di pesci che si rompevano. Vennero allora dei compagni ad aiutarlo e riempirono essi pure le barche a tal punto che quasi affondavano. Simone, assai stupito, come lo erano anche Giacomo e Giovanni suoi compagni, si gettò allora ai piedi di Gesù, pregandolo di allontanarsi da lui peccatore. Ma Gesù gli disse di non temere: da quel momento sarebbe diventato pescatore di uomini. E da quell’istante, Simone, Giacomo e Giovanni divennero suoi discepoli.

Questo è il racconto della pesca miracolosa, che simboleggia la futura missione degli apostoli. Il comportamento di Pietro è modello non solo per gli altri apostoli e per coloro che gli succederanno, ma anche per ogni cristiano.

«Sulla tua parola getterò le reti».

Dopo una notte infruttuosa, Pietro, esperto nella pesca, avrebbe potuto sorridere e rifiutarsi di accettare l’invito di Gesù a gettare le reti di giorno, momento meno propizio. Invece, passando oltre il suo ragionamento, si fidò di Gesù.

È questa una situazione tipica attraverso la quale anche oggi ogni credente, proprio perché credente, è chiamato a passare. La sua fede, infatti, è messa alla prova in mille modi.

Seguire Cristo significa decisione, impegno e perseveranza, mentre in questo mondo in cui viviamo tutto sembra invitare al rilassamento, alla mediocrità, al “lasciar perdere”. Il compito appare troppo grande, impossibile a raggiungersi, e fallito in anticipo.

Occorre allora la forza di andare avanti, di resistere all’ambiente, al contesto sociale, agli amici, ai mass-media.

È una prova dura da combattere giorno per giorno, o meglio ora per ora.

Ma, se la si affronta e la si accoglie, essa servirà a farci maturare come cristiani, a farci sperimentare che le straordinarie parole di Gesù sono vere, che le sue promesse si attuano, che si può intraprendere nella vita un’avventura divina mille volte più affascinante di quante altre ne possiamo immaginare, dove possiamo essere testimoni, ad esempio, che mentre nel mondo la vita è spesso così stentata, piatta ed infruttuosa, Dio ricolma di ogni bene chi lo segue: dà il centuplo in questa vita, oltre alla vita eterna. È la pesca miracolosa che si rinnova.

«Sulla tua parola getterò le reti».

Come mettere in pratica allora questa Parola?

Facendo anche noi la scelta di Pietro: «Sulla tua ‘parola’…». Aver fiducia nella sua Parola; non mettere il dubbio su ciò che Egli chiede. Anzi: basare il nostro comportamento, la nostra attività, la nostra vita sulla sua Parola.

Fonderemo così la nostra esistenza su ciò che vi è di più solido, sicuro, e contempleremo, nello stupore, che proprio là dove ogni risorsa umana viene meno, Egli interviene, e che là, dove è umanamente impossibile, nasce la vita.

Chiara Lubich


[1]  Pubblicata in Città Nuova, 1983/2, pp. 40-41.

11 Comments

  • “Contemplaremos asombrados…”
    Dios está ahí, haciendo siempre el milagro para nosotros, tenemos que darnos cuenta que hay que tirar las redes, Él no va a tirar los peces al barco, hay que abrir los ojos, despertar a lo que nos toca, el hace TODO lo demás.
    Gocemos y disfrutemos de este amor que se nos regala.

  • Ciertamente en momentos de Crisis parece que todo esfuerzo humano es inutil, sin embargo no olvidar que nuestra seguridad está sólo en Jesús a quien elegimos, lo demás es transitorio aunque no se vea de esa manera,Dios permite algo malo para prepararnos algo mejor.Por eso hay que hacer todo para su gloria que es lo que el nos pide. Señor Jesús en tu nombre quiero hacer todo este día llevalo tú a buen término y hazlo fecundo en mi vida.

  • Enorme desafio de Jesus, lancar as redes depois de termos passado toda a nossa vida a pescar no vazio! A vida com Jesus oferece-nos mais oportunidades.

  • ….passando oltre il suo ragionamento, Pietro, si fidò di Gesù.
    Si, non facile, ma è la forza della Fede, che mi aiuta ad annullare il mio “io” le mie “certezze”, le mie “sicurezze” e abbracciare ogni giorno la sua parola semplicemente con amore e fiducia.
    E’ così che anch’io, potrò dire, “Sulla tua parola….. “ ora, adesso in ogni momento “….getterò le reti”

  • : Yet another gracious understanding of a proper listening faith and it’s consequential acting faith. A profound model for a moment by moment right decision making and acting for a fulfilled Christian life. Thank you Chiara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *