Maggio 2013

Ti è mai capitato di ricevere da un amico un dono e di sentire la necessità di contraccambiare? E di farlo non tanto per sdebitarti, quanto per vero amore riconoscente?
Certamente sì.  Se succede a te così, puoi immaginare a Dio, a Dio che è Amore. Egli ricambia sempre ogni dono che noi facciamo ai nostri prossimi in nome suo. E’ un’esperienza che i cristiani veri fanno molto spesso.
Ed ogni volta è una sorpresa. Non ci si abitua mai all’inventiva di Dio. Potrei farti mille, diecimila esempi, potrei scriverne un libro.
Vedresti quanto è vera quell’immagine “una misura buona, pigiata, colma e traboccante ti sarà versata nel grembo“: che significa l’abbondanza con cui Dio contraccambia, la sua magnanimità. “Era già scesa la notte su Roma. E in quell’appartamento seminterrato l’esiguo gruppo di ragazze, che volevano vivere il Vangelo, si davano la buona notte. Ma ecco il campanello. Chi era a quell’ora? Un uomo che si presentava alla porta nel panico, disperato: il giorno dopo l’avrebbero sfrattato di casa con la famiglia, perché non pagava l’affitto. Le ragazze si guardarono ed in un muto accordo, aprirono il cassettino dove, in buste distinte, avevano raccolto il residuo dei loro stipendi e un deposito per le bollette del gas, del telefono, della luce. Diedero tutto a quell’uomo, senza ragionare. Quella notte dormirono felici. Qualcun altro avrebbe pensato a loro. Ma ecco che non è ancora l’alba. Il telefono squilla. ‘Vengo subito con un taxi’, dice la voce dell’uomo. Meravigliate per la scelta di quel mezzo, le ragazze attendono. La faccia dell’ospite dice che qualcosa è cambiato: ‘Ieri sera, appena tornato a casa, ho trovato un’eredità che non avrei mai immaginato di ricevere. Il cuore m’ha detto di farne a metà con voi’. La somma era esattamente il doppio di quanto avevano generosamente dato”.

«Date e vi sarà dato: una misura buona, pigiata, colma e traboccante vi sarà versata nel grembo»

Ne hai fatto anche tu l’esperienza? Se non è così, ricordati che il dono va fatto disinteressatamente, senza speranza di ritorno, a chiunque chiede. Prova. Ma fallo non per vedere il risultato, ma perché ami Dio.
Mi dirai: “Ma io non ho nulla.” Non è vero. Se vogliamo abbiamo tesori inesauribili: il nostro tempo libero, il nostro cuore, il nostro sorriso, il nostro consiglio, la nostra cultura, la nostra pace, la nostra parola per convincere chi ha a dare a chi non ha…
Mi dirai ancora: “Ma non so a chi dare.”  Guardati attorno: ti ricordi di quell’ammalato in ospedale, di quella signora vedova sempre sola, di quel compagno rimandato così avvilito, di quel giovane disoccupato sempre triste, del fratellino bisognoso d’aiuto, di quell’amico in carcere, di quell’apprendista esitante? E’ in loro che Cristo ti aspetta.   Assumi il comportamento nuovo del cristiano – di cui è tutto impregnato il Vangelo – che è quello dell’anti-chiusura e dell’anti-preoccupazione. Rinuncia a mettere la tua sicurezza nei beni della terra e poggiati su Dio. Qui si vedrà la tua fede in Lui, che sarà presto confermata dal dono che ti tornerà.
Ed è logico che Dio non si comporta così per arricchirti o per arricchirci. Lo fa perché altri, molti altri, vedendo i piccoli miracoli che raccoglie il nostro dare, facciano altrettanto.
Lo fa perché più abbiamo, più possiamo dare; perché – da veri amministratori dei beni di Dio – facciamo circolare ogni cosa nella comunità che ci circonda, finché si possa dire come della prima comunità di Gerusalemme: non v’era fra loro nessun povero (Cf At 4,34).
Non senti che con questo concorri a dare un’anima sicura alla rivoluzione sociale che il mondo s’attende?

«Date e vi sarà dato». Certamente Gesù pensava in primo luogo alla ricompensa che avremo in Paradiso, ma quanto avviene su questa terra ne è già il preludio e la garanzia.

 Chiara Lubich

Link audio Centro Chiara Lubich


 Parola di vita. Commento del 1978,  pubblicato in Città Nuova, 1978/10 e 2008/18, p.9.

8 Comments

  • É verdade, o presente recebido com amor é reconhecido na hora.
    E Deus está sempre nos dando presente, principalmente quando sentimos que alguém tentou destruir a sua vida, nessa hr, a presença e o presente de Deus é tudo.

  • A friend wanted to meet me for lunch one day before she leaves for vacation. That particular day I had planned to do many things before I go on vacation. A friend also wanted a ride to her doctor’s appointment. Instead of saying no to my friends I decided to lose the plans in order to love my neighbors who asked for my “time”.
    My friend cancelled the appointment because she was asked to work that day and my elderly friend did not get an appointment for that day.
    It all worked out in the end

  • Very beautiful Chiara is alive and she will never die!!! thanks so much for the great work you are diong to bring a head this marvellous work of Chiara. Bellissimo ascoltare la voce di Chiara mi smebrava che lei mi parlasse dal cielo la sento molto accanto a me sempre chiedo il suo aiuto e veramente interviene.
    grazie mille per quest’ opportunita’. a million thanks with all my heart

  • LASCIATI GUIDARE

    Tu che ti affanni e cammini
    per la via
    libero di andare dove vuoi,
    fermati.
    Lasciati guidare.
    Tra letti e carrozzine vedrai
    volti che gemono,
    volti segnati dal tempo
    che invocano
    un po’ di compagnia,
    volti che semplicemente sorridono.
    Lasciati guidare dalla Vita
    e il grigiore dei tuoi giorni
    s’illuminerà di luce

  • Our family had purchased a beautiful carpet for our house.but one day my wife decided to give that carpet to her sister. I was a bit sad and it took me a lot of time to say yes. I realised that there is joy in giving and to give till it hurts. We gave this gift with joy.
    After some time our friends went for a holiday to the same place where we had purchased the carpet. In a telephonic conversation they asked us what do you wan from this place? our reply the carpet
    They most willingly got it for us.

  • Estabamos recien casado y teníamos el dinero justo para pagar el agua, la gasolina y algún imprevisto. Volviendo a casa un niño pobre me pide ayuda, y con dudas le doy el dinero de los imprevistos. Cuando se lo cuento a Irene me dice que está bien, que ese niño seguramente lo necesita más que nosotros, que debemos confiar. Por la tarde un familiar llega y nos devuelve una gran cantidad de dinero prestado con el cual ya no contábamos. Con Irene agradecimos juntos al Padre.

  • Queste parole sono vere, le ho sperimentato tante volte ma sento che Dio mi chiede di metterle in pratica oggi, di dare con più coscienza e fidarmi di più di Dio!

  • This WOL is very true On Tuesday I went for work. one of the general workers asked for a little money which I gave freely. These days we are working( I am a teacher) though schools are closed. When I went to the Accounts office to receive what I had worked for, for the day, I was surprised that the Administration had given us some amount we were not expecting. In fact this was five times what I had given the general worker.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *