Giugno 2013

L’apostolo Pietro sta illustrando alle sue comunità il genuino spirito del Vangelo nelle sue applicazioni concrete, con particolare riferimento alla condizione e allo stato di vita a cui ciascuno appartiene.

Qui si rivolge agli schiavi che si sono convertiti alla fede ed ai quali, come a tutti gli schiavi nella società di allora, accadeva di subire incomprensioni e maltrattamenti del tutto ingiusti. Per estensione queste parole sono rivolte a tutte le persone le quali in ogni tempo e luogo si trovano a dover subire incomprensioni ed ingiustizie da parte dei loro prossimi, siano essi superiori od eguali.

«Se, facendo il bene, sopporterete con pazienza la sofferenza, ciò sarà grazia davanti a Dio»

A queste persone l’apostolo raccomanda di non cedere alla reazione istintiva, che potrebbe sorgere in queste situazioni, ma di imitare il comportamento tenuto da Gesù. Li esorta anzi a rispondere con l’amore, vedendo anche in queste difficoltà ed incomprensioni una grazia, cioè una occasione permessa da Dio per dare prova del vero spirito cristiano. In questo modo, oltre tutto, potranno portare a Cristo con l’amore anche l’altro che non li comprende.

«Se, facendo il bene, sopporterete con pazienza la sofferenza, ciò sarà grazia davanti a Dio»

Certuni, partendo da queste parole o da altre simili, vorrebbero accusare il cristianesimo di favorire una eccessiva remissività, la quale addormenterebbe le coscienze, rendendole meno attive nella lotta contro le ingiustizie.

Ma non è così. Se Gesù ci chiede di amare anche chi non ci capisce e ci maltratta, non è già perché voglia renderci insensibili alle ingiustizie, anzi! E’ perché vuole insegnarci come costruire una società veramente giusta. Lo si può fare diffondendo lo spirito del vero amore, cominciando noi ad amare per primi.

«Se, facendo il bene, sopporterete con pazienza la sofferenza, ciò sarà grazia davanti a Dio»

Come vivere, allora, la Parola di vita di questo mese?

I modi, con cui pure noi oggi possiamo essere incompresi e maltrattati, sono tanti. Essi vanno dalle indelicatezze e sgarbi ai giudizi malevoli, alle ingratitudini, alle offese, alle vere e proprie ingiustizie.

Ebbene: anche in tutte queste occasioni noi dobbiamo testimoniare l’amore, che Gesù ha portato sulla terra verso tutti e, quindi, anche verso chi ci tratta male.

La Parola di questo mese vuole che, pur nella difesa legittima della giustizia e della verità, non ci dimentichiamo mai che il primo nostro dovere, come cristiani, è di amare l’altro, cioè di avere verso di lui quell’atteggiamento nuovo, fatto di comprensione, di accoglienza e di misericordia che Gesù ha avuto verso di noi. In tal modo anche nel difendere le nostre ragioni, non spezzeremo mai il rapporto, non cederemo mai alla tentazione del risentimento o della vendetta.

E, così facendo, quali strumenti dell’amore di Gesù, saremo in grado anche noi di portare a Dio il nostro prossimo.

Chiara Lubich

14 Comments

  • Esta palabra de vida llego muy bien todo lo que va del mes, pero el dia 21 un empleado me hiso una cobro cuatro veces mas alto del costo y sin educación y delicadeza no me dio la cara, tuve deseo de pelear por lo robado y decirle hasta de lo que se va a morir, viernes y sábado lo pensé y lo pensé como recuperar lo perdido Y se lleno mi corazón de alegría cuando la P:V: }Jesús me pedia Amar por primero, perderlo todo,todo como la desolada, volvió la tranquilidad y la armonía a mi vida. por ti J.

  • Merci pour la Parole de Vie! m’aide beaucoup à aller toujours vers l’avant, même si c’est difficile. Comme disait Chiara durant sa visite à la communauté aux Philippines en 1983. Quand t’as beaucoup de difficultés d’aimer ou d’aller à l’avant. Il faut être comme le bambou qui courbe mais qui ne casse jamais.Quand tu tombes, relèves toi et marches vers l’avant et avoir encore du courage à aimer de plus en plus.J’essaie de vivre la Parole de vie à mon travail,aider aimer tout le monde sans parler.

  • Este mes la Palabra de Vida me ha parecido muy difícil de vivir, ya que tengo una compañera de trabajo que me hace la vida muy difícil, inmediatamente me viene preguntarme los motivos o razonar y tenía ganas de ya no continuar amándola, sino más bien reaccionar, cuando justo llega esta frase que me empuja a continuar con paciencia, sin esperar ver frutos inmediatos, o no verlos nunca. Lo que sí puedo confirmar que ofreciendo este dolor he encontrado mucha paz y sentido la gracia de Dios.

  • Quando mi sento ferita, trattata ingiustamente, non penso mai alla vendetta, ma spesso mi allontano. Non voglio vedere chi mi ha fatto soffrire. La mia difesa umana e’ la fuga. Solo raramente riesco a mettere in pratica il Vangelo, e grazie allo Spirito Santo, non ho paura e quindi non cerco di difendermi. Mi sento in pace e continuo ad andare avanti con serenita’, dimenticando, o comunque non pensandoci volutamente, le offese ricevute.

  • Se vive pleno Jesús abandonado, amoroso, incondicional, siempre ahí,
    con la gracia de vivir el sufrimiento hecho amor.

    El amor de Chiara, amor de la unidad del evangelio, legado no de sumisión, lo contrario de fortaleza espiritual como don y de resurrección.

  • ser testimonio viviente del amor de Jesús por nosotros es deber de un cristiano y obligación de amor con nosotros y nuestro prójimo mas cercano, amar la crúz que nos toque vivir con alegría, solo en nombre de Jesús podremos llevarla para una vida positiva feliz y ser intrumento de crecimiento y no piedra de tropieso para el hermano.

  • I work in a restaurant as a waiter. I was really maltreated and misunderstood yesterday. I was angry with the person. But today I read the Word of Life and my mind is changed. I try my best even not to hurt ants or insects. But yesterday I was so hurt that I made up my mind not to speak with the person. But being Christian and Gen 2 I should love the person and forgive him and live the Gospel today.

  • Prima di cominciare la giornata ho voluto rileggere la Parola di Vita. Avevo appeno visto notizie sulla Siria, dove abito, e una profonda ribellione mi ha assalito davanti ai pretesti più o meno fondati di innescare un intervento militare esterno. Come se fosse quella la soluzione, come se ci fosse uno Stato nel mondo che può permettersi di scagliare la prima pietra. Ero confusa. Ma le tue parole, Chiara, mi hanno rimesso l’anima a posto. Posso continuare la giornata felice di essere qui.Grazie.

  • É incrível como a Palavra de Deus vem sempre ao encontro de nossas mais profundas realidades. Estou vivendo (e digo de coração aberto!), por um momento em minha comunidade onde preciso, e como preciso, viver intensamente essa Palavra da Vida do mês. Senhor, pela ação do Espírito Santo, ajuda-me a vivê-la, não só esse mês, mas por toda a vida e que eu veja que não sou a pessoa tão certinha, como às vezes penso que sou! Jesus manso e humilde de coração, fazei o nosso coração semelhante ao Vosso!

  • Thank you for the Word of Life for the Month and continued inspiration. I miss the audio for the month which I play while on my way to work,l had gotten used to it. All my unity

  • ES INCREÍBLE Y HERMOSO SENTIR COMO DIOS TE PERMITE VIVIR EXPERIENCIAS FUERTES DE MOLESTIAS Y DESESPERANZAS, Y AL MISMO TIEMPO TE DA LA MEDICINA A TRAVÉS DE SU PALABRA. HERMOSO FUE SENTIR QUE AL LEER ESTA PALABRA DE VIDA TAN BELLA «Pero si obrando el bien soportan el sufrimiento, esto es cosa bella ante Dios.» LE DI SOLUCIÓN A LA TRISTEZA QUE TENIA. EN ESTE DÍA TUVE MOMENTOS DIFICILES PERO ANTES DE DORMIR DIOS ME DA LA ALEGRÍA DE SABER QUE ESTA CONMIGO. UN FUERTE ABRAZO DE UNIDAD. VENEZUELA

  • e’ un bel impegno, ma insieme possiamo farcela, miglioriamo cosi’ l’amore al fratello tutto per la gloria di Dio e l’ut omnes. 1 iva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *