Agosto 2013


Listen to audio


La Parola di vita di questo mese è presa dal Vangelo di Luca. Essa fa parte di quell’ampia sezione dei detti di Gesù, che nel Vangelo di Matteo corrisponde al discorso della montagna. In questa sezione, come è noto, Gesù descrive le esigenze del Regno di Dio e i lineamenti che caratterizzano coloro che vi appartengono. Questi si ispirano e si riconducono alla imitazione del Padre celeste.

In questo versetto Gesù chiama i suoi discepoli ad imitare Dio Padre nell’amore. Se vogliamo essere figli suoi, dobbiamo amare il nostro prossimo a quel modo con cui Egli ama.

«Se amate quelli che vi amano, che merito ne avrete? Anche i peccatori fanno lo stesso»

La prima caratteristica che maggiormente contraddistingue l’amore di Dio Padre è la sua assoluta gratuità. Esso si contrappone radicalmente all’amore del mondo. Mentre quest’ultimo si basa sul ricambio e la simpatia (amare quelli che ci amano o che ci sono simpatici), l’amore del Padre celeste è del tutto disinteressato; si dona alle sue creature indipendentemente dalla risposta che può arrivare. E’ un amore la cui natura è di prendere l’iniziativa comunicando tutto quello che possiede. Di conseguenza è un amore che costruisce e che trasforma. Il Padre celeste ci ama non già perché siamo buoni, spiritualmente belli e perciò meritevoli di attenzione e di benevolenza; ma, al contrario, amandoci crea in noi la bontà e la bellezza spirituale della grazia, facendoci diventare degli amici e dei figli suoi.

«Se amate quelli che vi amano, che merito ne avrete? Anche i peccatori fanno lo stesso»

Un’altra caratteristica dell’amore di Dio Padre è la sua universalità. Dio ama tutti indistintamente. Egli ha come misura l’assenza di ogni limite e di ogni misura.
Del resto questo suo amore non potrebbe essere gratuito e creativo se non fosse totalmente proiettato dovunque c’è un bisogno o un vuoto da colmare.
Ecco perché il Padre celeste ama anche quei figli che sono ingrati o lontani o ribelli; anzi si sente particolarmente attirato verso di loro.

«Se amate quelli che vi amano, che merito ne avrete? Anche i peccatori fanno lo stesso»

Come vivremo allora la Parola di vita di questo mese?

Comportandoci da veri figli del Padre celeste, cioè imitando il suo amore, soprattutto nelle caratteristiche che abbiamo evidenziato: la gratuità e l’universalità. Cercheremo allora di amare per primi, di un amore generoso, solidale, aperto verso tutti, specialmente verso quei vuoti che possiamo trovare attorno a noi. Cercheremo di amare con un amore distaccato dai risultati. Ci sforzeremo di farci strumenti della liberalità di Dio, rendendo partecipi anche gli altri dei doni di natura e di grazia che abbiamo ricevuti da Lui.

Lasciandoci guidare da questa Parola di Gesù, vedremo con occhi nuovi e con cuore nuovo ogni prossimo che ci passerà accanto, ogni occasione che ci verrà offerta dalla vita quotidiana. E dovunque noi ci troveremo ad operare (famiglia, scuola, ambiente di lavoro, ospedale ecc.), ci sentiremo spinti ad essere dispensatori di questo amore che è proprio di Dio e che Gesù ha portato sulla terra, l’unico capace di trasformare il mondo.

 Chiara Lubich


 Parola di vita pubblicata in Città Nuova, 1992/2, p.32-33.

9 Comments

  • Movimento Folcolares obrigado por esta palavra de vida que nos é oferecida para a nossa reflexão diária, ajudando-nos a vivê-la de forma autêntica… è possível em receber esta palavra de vida por email…ou em casa por correio. Como fazer ? Deus seja a vossa força.

  • SE4MPRE E ESSA PALAVRA QUE TE3MOS QUE SEGUIR AMA\IVOS UNS AOS OUTROS COMO EU VOS AMEI TEMOS QUE POR NA PRATICA FALAR SE TRORNA BONITO MAS HA PRATICA E MELHOR POIS NOS TORNA LUTADORES POIS NAO E FACIL PRAS PESSOAS FAZER O QUE deus FE4S POIS SOMOS IMPERFEITOS ACHO QUE SAIMOS DESTE MUNDO AINDA IMPERFEITOS MAS SE BUWSCARMOS APRTEENDER HA TIRARMOS DA NOSSA VIDA AS IMPERFEIÇOES CHEGAREMOS DIANTE4 DE deusCOM POUCOS PECADOS AI O JULGO FINAL E COM ELE TEMOS QUE TER BOM CORAÇAO E LUTAR COM ATITUDES CONC

  • Estimados amigos focolarinos!! vivio en Villa Rumipal – Córdoba – Argentina. Leo la Palabra de vida desde los 14 años y hoy en día soy catequista de niños y próximamente de perseverancia el material que tienen es excelente ya que nos inviatan a ser hombres y mujeres nuevos cada día. Gracias y que Dios continúe bendiciendo este Movimiento de Amor y transformación para un mundo mejor. Cordialmente.
    Marianela

  • meravigliose queste parole; come fare x metterle in pratica con chi non ti è subito simpatico?

    aiutateci

    grazie

    • E’ proprio questa la novità e la sfida della proposta di Gesù. Volere bene chi ci è simpatico, infatti, è quasi scontato.
      Secondo la nostra esperienza, per capire queste parole bisogna ricordarsi che siamo tutti figli di un unico Padre (Amore) e cioè fratelli e sorelle fra di noi, che in tutti c’è una presenza di Dio proprio perché fatti a Sua immagine e somiglianza. Se siamo convinti di questo allora non ci sono più simpatici o antipatici ma tanti fratelli e sorelle da amare. Ci può aiutare sapere che Gesù ci ricorda che “Quello che farete all’ultimo dei miei fratelli lo riterrò fatto a me” (Mt 25,40). Vi facciamo tanti auguri e ci sforziamo insieme a mettere in pratica queste parole per fare più bello e armonioso il mondo attorno a noi. La redazione

  • Amar Gratuitamente y Universalmente.
    Ahora ya nada es gratis y cuando alguien nos ofrece algo de esta form, pensamos que debe de haber alguna trampa.
    Será por eso que mucha gente es eceptica en cuanto al amor que Dios nos da?
    Pero es real y fácil de percibir si ponemos atención a todos aquellos detalles que se nos presentan a diario.
    Nosotros tenemos que tratar de Amar a los demás, a Todos, de primero sin esperar que los resultados sean los que esperamos.

  • It will benefit us nothing “if we love those only those who loves us” because … love should be a continuous act of passing from one person to another.
    Mariapoli starts to day in Calaba Nigeria.
    sha!!

  • Que hermosa Palabra de Vida que nos trae este mes, y se trata de amar. Amar como Dios ama a sus hijos. Estamos llamados a amar a cada minuto, cuando en casa tu madre te pide un favor, o cuando en la escuela tu compañero te pide que lo ayudes en alguna tarea, o en le trabajo ayudar a tu compañero, incluso en todas partes, cada projimo es Jesus!. Veamos a Jesus en nuestros hermanos, y familia, y amenos como el nos ama siempre y a cada uno sin diferencia alguna. Mando saludos.

  • Thank you very much, the Staff at the Focolare Newsletter, for this tonic. It is always a reminder of who we are as well as what we should be.

    God bless you.

    UNO.

    • Lascia un commento

      Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *