Un pianto da Gaza. «Pregate per noi»

20140731Gaza3 Gerusalemme, 30 luglio 2014 – «La situazione a Gaza si sta deteriorando drammaticamente. Dopo la distruzione totale della centrale elettrica, che funzionava già solo parzialmente, la gente non ha più elettricità.

Ieri G., una donna cristiana, ci ha detto che anche l’acqua comincia a scarseggiare. Due ore fa ci ha chiamato dicendo che nel giro di breve non ci sarebbe stata più linea telefonica e voleva assicurarci che sono ancora tutti vivi. Da lei si sono rifugiate tre famiglie che hanno le case distrutte o in pericolo. Hanno detto che l’amore tra loro li unisce fortemente e desiderano restare insieme, anche nel caso dovessero morire.

La casa di H., già gravemente danneggiata una settimana fa, stanotte è stata fatta saltare del tutto da quattro missili. Ringraziano Dio di essere riusciti a salvare la vita perché si trovavano ancora per le scale quando è arrivato il primo missile. Nell’ultima telefonata ci hanno chiesto: “Pregate per noi, non poco ma tanto!”

20140731Gaza4L’appartamento di N. è stato bombardato 5 giorni fa. Vivono sulle scale, che credono il posto più protetto. Vorrebbero aggiustare il generatore per avere almeno qualche ora di elettricità, ma non ci riescono. Nadia ha detto che le sembra di vivere in un terremoto continuo e ne soffre tanto. Però, nel momento in cui ci siamo sentiti per telefono, era tanto grata perché dalle 15:00 avevano dichiarato 4 ore di cessate il fuoco.

A Gaza ci sono una 50ina di persone che vivono la spiritualità dell’unità. Tutti contano anche sulle preghiere della famiglia dei Focolari nel mondo.

Intanto, a Gerusalemme siamo andati a visitare una quindicina di feriti di Gaza trasferiti in un ospedale della città. Così abbiamo potuto conoscere una bambina di 4 anni che ha perso tutta la famiglia, Yazan di 5 anni, Abdul Karim 13 anni, Musleh 20 anni: uno ha perso un rene, ad un’altro è stata amputata una gamba ed un braccio… Ci veniva da inginocchiarci davanti ad ognuno e chiedere perdono.

Continuiamo a pregare perché si sciolgano odio, sfiducia, paura e ritorni la Pace».

Corres Kwak e Claudio Maina – Movimento dei Focolari in Terra Santa

13 Comments

  • Que dolor, que impotencia!!!! porque!!! porque tanto odio, tanta bronca!!! por Favor paren paren de matar a inocentes, a gente que quiere la PAZ!!! PORQUE NO PODEMOS PERDONAR, OLVIDAR!!! ISRAEL SABE MUCHO DE DOLOR!!!! PORQUE LO CONTINUAN!!! PORQUE CONTINUAN HACIENDO LO MISMO QUE A ELLOS LE HICIERON HACE TANTOS AÑOS!!!! Y QUE TODO EL MUNDO, JUDIOS, CRISTIANOS Y NO PRACTICANTES NOS UNIMOS ANTE SU DOLOR, LOS APOYAMOS Y REPUDIAMOS POR TODO LO QUE PASARON EN LA SEGUNDA GUERRA MUNDIAL!!!!PAREN, PAREN!

  • … Oremos neste momento de profunda tristeza em meio aos irmãos que estão em Gaza, é lamentável ver os Judeus praticarem um genocídio desta magnitude! Continuar as orações, confiantes na providência do divino Pai eterno!

  • Vi siamo tanto tanto vicini, con la preghiera e con un’azione culturale/politica che promuova dovunque il dialogo interculturale e interreligioso, senza tacere la decisa denuncia della prepotenza e di ogni forma di violenza, in particolare quella che si scatena sui più indifesi (come la popolazione civile e i bambini).

  • La comunidad de Querétaro (México) también reza por la paz en Gaza y por cada uno de nuestros hermanos. Sigamos difundiendo el Time out.

    The community of Querétaro (Mexico)also prays for peace in Gaza and for every one of our brothers. Let´s spread the Timeout.

    La comunità di Querétaro (Messico), prega anche per la pace a Gaza e per ognuno dei nostri fratelli. Facciamo diffondere il Time out.

    • Preghiamo affinchè cessi il predominio di Hamas in Gaza, prima causa di questi immani dolori.
      Perchè non investa più milioni di dollari in razzi, strumenti di sola offesa, ma in scuole, ospedali, lavoro.
      Perchè non usi i bambini nello scavo dei tunnel.
      Perchè non li indottrini nelle scuole come in Italia durante il fascismo
      Per l’assorbimento dell’UNRWA nell UNHCR
      Perchè Hamas si converta e cambi il proprio statuto: http://www.cesnur.org/2004/statuto_hamas.htm

      • <>(Cf. Mt.26,52). Questo vale per tutti: cristiani e non cristiani, credenti e non credenti.
        Le guerre preparano altre guerre; la pace, per le persone intelligenti, produce fratellanza e aiuto reciproco. A noi non resta altro che la potenza della preghiera fatta nell’amore scambievole e quindi nell’unità.

  • The young people of the Focolare here in Taiwan have committed to spend 10 minutes a day in silence and prayer.

  • Nossa comunidade de Vitoria da Conquista Ba (Brasile), estamos unidos a essa dor,rezamos todos os dias para que a paz volte a reinar.

  • Je prie afin que cesse cette guerre meurtrière (et toutes les autres guerres) et que les responsables, bien à l’abri du malheur, prennent conscience de la désolation qu’ils répandent par leurs décisions de combat.

    • Que peut on faire ?Ce conflit sera peut ètre atténué lorsque les petites gens dirons stop aux élites qui décident pour eux . Quelle personne située en haut de la chaine de commandement pourrait elle prendre une décision mettant en danger la vie de ses proches. Les gens “de base” sont malheureusement la variable d’ajustement de ceux qui calculent le nombre de tués “qu’on peut se permettre”,Pour la paix là bas , il me faut ètre “une paix” ici dans ma vie quotidienne.Contre la haine : prions!

      • Desde Asunción del Paraguay (Sur de América)Decirles que estamos unidos fraternalmente.Compartimos el inmenso dolor que están pasando. Permanecemos en oración y vigilia permanente. Mi familia, amigos y alumnos de mi colegio estamos comprometidos con cada uno de ustedes que aman la paz!!!

    • Lascia un commento

      Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *