Guerra in Siria: è ancora notizia?


20150405Siria2

Intensificando la preghiera per la pace

«Non cessano, purtroppo, di giungere notizie drammatiche dalla Siria e dall’Iraq, relative a violenze, sequestri di persona e soprusi a danno di cristiani e di altri gruppi. Vogliamo assicurare a quanti sono coinvolti in queste situazioni che non li dimentichiamo, ma siamo loro vicini e preghiamo insistentemente perché al più presto si ponga fine all’intollerabile brutalità di cui sono vittime». Così l’ultimo accorato appello di Papa Francesco, nell’udienza generale di domenica 1° marzo. La moltitudine che colmava Piazza S. Pietro si è raccolta per un minuto in profonda preghiera, ricordando questi due martoriati Paesi del Medio Oriente.

Dalla Siria ci scrivono: «Ormai tanti si sono arresi all’idea che la guerra sia un dato di fatto e non fanno più notizia le centinaia di persone che muoiono ogni giorno. La gente è al limite della sopportazione e l’inverno è freddo e lungo, senza gasolio né elettricità e senza acqua. I colpi di mortaio continuano a seminare morte nelle grandi città; mentre le battaglie si perpetrano nelle periferie e nei villaggi. L’economia è a terra e tante famiglie non hanno più lavoro; e le vie legali di uscita dal Paese sono quasi chiuse. Un vescovo siriano ha detto che il nostro popolo è umiliato e colpito nella sua dignità».

20150206_161931Le comunità dei Focolari in Siria, nonostante tutto il male che dilaga, continuano a credere «che un futuro migliore qui ci può essere; continuiamo a trovare forza dalla vita del Vangelo, anche con testimonianze coraggiose». Sanno di non essere da soli, ma che fanno parte di una grande famiglia nel mondo che prega per loro e opera per la pace. «Eppure la stanchezza, dopo 4 anni di guerra, e la prospettiva di un futuro oscuro per il Paese, pesano molto. E sono tanti ormai quelli che cercano di emigrare per mettere fine a questo circolo infernale».

In questo contesto, il 23 febbraio scorso, sono rientrati i focolarini ad Aleppo.

Scrivono: «Dopo 3 mesi di assenza, siamo tornati a comporre il nostro focolare ad Aleppo, con Sami il nostro focolarino sposato che abita sul litorale con la sua famiglia, ne fa parte e viene a stare con noi una volta al mese. stare qui è una sfida, perché siamo consapevoli che solo Gesù presente in mezzo a noi, per l’amore reciproco, è fonte di speranza e di sollievo per la comunità e per la gente che ci sta intorno».

«Nel corso del nostro viaggio – concludono – ci siamo fermati una settimana a Damasco, dalle focolarine, che hanno sostenuto la comunità nella nostra assenza; e un’altra settimana nella comunità di Kfarbo al centro del Paese.

C’è una grande gioia per il nostro rientro: ora la famiglia è completa! Siamo tutti molto riconoscenti per le preghiere di tanti nel mondo che ci sostengono in questa dura prova».

13 Comments

  • Carissimi della Siria, siete sempre nei nostri cuori e preghiamo per ognuno di voi . Grazie per la vostra testimonianza nel vivere l’ideale della fraternità
    in mezzo a questa tragedia .

    • Thank you dears Marilena & Silvano…you are in our heart for ever… and what you have done to the Syrians is unforgettable. .
      we love you and we miss you.
      Jack Asbati

  • Il mio cuore piange per i tanti disastri, per la violenza e le destruzioni. Ma la speranza non muore. e punta ad un futuro sicuramente migliore. Vi penso sempre, vi sono unito nella preghiera e nella vita di tutti i giorni

  • Carissima famiglia della Siria,
    grazie per quanto ci scrivete, grazie profonde per la vostra vita alla quale unisco la mia nel vivere ogni momento per l’unita’. Nella preghiera al Padre per il dono della Pace
    Gloria (Polonia)

  • In ogni giorno siete nelle nostre preghiere. Oggi abbiamo potuto pregare per la pace in Siria in un santuario mariano. Siamo con voi!

  • Ciao carissime amici, marhaba, sono mezzo-siriana che e crescuto in Germania/Berlino. Il mio cuore lavora per il pace a siria. Ho conosce bene Aleppo, Damasco, dove stanno membri della mia grande famiglia. Ho amo siria. Sono sempre con voi e prgho con millioni per il miracolo della pace per siria.
    Unissima nell nostro ideale che nessuna querra disturba!!!!!!
    Un abbraccio da Gabi

  • Siamo unite con tutti dela Siria e dell’Iraq e pediamo a Dio tutte il amore por questa famiglia nei mondo….uno, del la citta di Natal, en Brasile.

  • Carissimi tutti della Siria e dell’Iraq, vi abbiamo nel cuore e nei nostri pensieri ogni momento. Chiediamo a Dio il miracolo della pace.

    • Shukran, Walther Kostner! Sono con te per tutti siriani che credano nell ideale della unita.
      Fino alla fine come Chiara ha detto la prima volta nella mia scuola gen 1978!!!!!!!!!!!!

      Per Siria-unissima-GABI

  • When I saw the news shared through the recent conference call I was moved to hear of the trauma our own Focolare families are going through because of war. Their strong experiences
    are strong witnesses that the Ideal is the light that shines through darness. For my part i can live for them offering my day for peace to return and find ways to cut back on what is superfluous and send the money saved to help those affected by war.

  • Thank you for sharing this post. Very heart-warming that they can still maintain hope in such dark and frustrating times. May God continue to give them increasing strength.

    • En entendant les nouvelles atrocités à Alep ces jours ci je me suis demandée si les focolari étaient restés dans cette ville. Vraiment merci pour votre vie toute donnée pour et avec la Communauté là bas. Soyez sûrs de ma prière intensifiée quotidienne unie à celle de toute l’Oeuvre et de l’Eglise pour vous et ce si beau peuple.
      Christiane

    • Lascia un commento

      Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *