Di silenzi e di parole. L’arte della preghiera


Di silenzi e di parole

Che cos’è la preghiera? Cosa significa pregare? Anna Maria Cànopi ci fa entrare nella vera dimensione della preghiera, comunione con Dio che è Amore. Cerca di accostare il lettore a parole che nascono dal silenzio, che siano piene di significato, e che, in qualche misura, siano un’espressione dell’ineffabile mistero di Dio e di tutto il creato chiamato all’esistenza della sua Parola

Pregare significa rompere tutti gli argini della logica e portare quel che sembra il reale in un’altra dimensione della vita concreta.

Per comprendere la preghiera bisogna immergersi in una fiamma che consuma. Parlarne è necessario perché equivale a parlare di Dio e dell’uomo, cercando di penetrare nella nube luminosa di un mistero.

Editrice: Città Nuova

1 Comment

  • Ho sentito parlare di suor Anna Maria Càropi in un convegno dell’Avo di Cosenza dal giornalista di rai3 regione Calabria che ha avuto l’onore di essere suo ospite. Bellissime testimonianza che ricordo con gioia

    • Lascia un commento

      Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *