USA: Premio Luminosa per l’Unità 2016

© Mariapoli Luminosa


Tarunjit Butalia

Il dott. Tarunjit Singh Butalia

Un pluridecennale ed infaticabile lavoro per il dialogo interreligioso, la costruzione della pace e la ricerca scientifica sulla sostenibilità ambientale: per queste ragioni il dott. Tarunjit Singh Butalia è stato scelto come destinatario del Premio Luminosa per l’unità. Un riconoscimento che – dal 1988 – viene conferito a istituzioni o persone che abbiano dato un contributo significativo al cammino della fraternità universale attraverso la loro azione ecumenica, nel dialogo interreligioso o in altri aspetti della vita sociale.

Il Premio è sponsorizzato dal centro nordamericano dei Focolari per l’Educazione al Dialogo, con sede alla Mariapoli Luminosa (Hyde Park, New York). Negli anni scorsi il riconoscimento è andato al Cardinal John O’Connor, Arcivescovo di New York, Norma Levitt, già presidente di Religions for Peace (RFP) e presidente onorario di Women of Reform Judaism, Rev. Nichiko Niwano, presidente del movimento buddista giapponese Rissho Kosei-kai, Sua altezza Lukas Njifua Fontem, re del popolo Bangwa del Camerun, e all’Imam Warith Deen Mohammed, leader dei musulmani afroamericani.

Il dott. Tarunjit Singh Butalia è uno scienziato che opera presso l’Università dell’Ohio. Ha portato avanti iniziative all’avanguardia con la comunità Sikh nel mondo e al tavolo del Parlamento Mondiale delle Religioni, con Religions for Peace in Nord America, con il Sikh Council for Interfaith Relations, e altre organizzazioni interreligiose dell’Ohio.

Avendo colto il contributo del dott. Butalia nel dialogo interreligioso, i Focolari riconoscono i suoi sforzi per facilitare più stretti legami tra Sikh e Cristiani, tra cui la sua iniziativa di dialogo ad alto livello tra la comunità Sikh degli Stati Uniti e la Conferenza Episcopale Americana.

“È un onore ricevere questo riconoscimento per l’unità da parte dei Focolari”, ha commentato Butalia dopo aver ricevuto la bella notizia. “In un mondo sempre più diviso tra etnie e gruppi sociali e religiosi, è un imperativo per le persone di fede e coscienza di camminare insieme nella solidarietà per sostenere l’amore che abbiamo per i nostri prossimi e cittadini del mondo. Le nostre fedi ci chiamano ad essere costruttori di pace; è il tempo di rispondere alla sfida di passare dalle parole ai fatti”.

La consegna del Premio avrà luogo al centro dei Focolari in Nord America alla Mariapoli Luminosa (Hyde Park, New York) il prossimo 18 settembre.  

No comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *