Lettera dalla terra dei Bangwa

6975561073_f9ccfb26a9-csc_7501_o

È giunta nei giorni scorsi dal distretto di Lebialem, in Camerun, a firma del presidente dell’organizzazione Lecudo (Lebialem Cultural Development Organisation), Mbeboh John, una lettera di saluto e ringraziamento alla presidente dei Focolari, Maria Voce, e al copresidente Morán, per la scelta dei focolarini di rimanere sul posto, accanto a «vecchi, malati, bambini, uomini e donne che si sono rifugiati nel centro Mariapoli», nonostante i rischi che tale scelta comporta.

Da quasi due anni, nelle regioni anglofone del Camerun, situate nel Nord-ovest e nel Sud-ovest, dove si trova anche la cittadella di Fontem con l’ospedale “Mary Health of Africa”, fondato nel 1964 per volere di Chiara Lubich, è in atto un conflitto armato tra gruppi separatisti anglofoni ed il governo centrale del Paese, a maggioranza francofona. Lo scorso anno un gruppo radicale ha dichiarato l’indipendenza della zona anglofona. Sono seguite – come hanno denunciato i vescovi del Camerun – “violenze disumane, cieche, mostruose e una radicalizzazione delle posizioni”. È in questo contesto che s’inserisce la scelta dei Focolari di restare accanto al popolo Bangwa, che «ci riporta – scrive il presidente Mbeboh John – all’arrivo del Movimento, quando Chiara decise di combattere tre guerre: contro la malattia del sonno indotta dalla mosca tse-tse, contro la povertà educativa e contro quella materiale» del popolo Bangwa.

Leggi la lettera (in inglese)

 

3 Comments

  • I want to thank the Focolare Movement for their steadfastness in Lebialem. Fontem, Lebialem and The Cameroons in general is undergoing trying moments. Actually, very trying moments. We continue to be grateful to the Focolare Movement for all what they are doing to our people. Please, do not leave Fontem or Lebialem in general. This hard time will come to pass.

  • Ich schließe mich Elemar an. Danke für Eure Treue und Euer Zeugnis ! Es gibt so viel Hoffnung ! Wir bereiten gerade ein ökumenisches Gebet für Euch und für Kamerun in einer der Stadtkirchen Augsburgs am 7. Sept. 2018 vor.

  • Il Vangelo non tradisci mai! Questa lettera è già la risposta del “chicco di granno caduto in terra….” …perché Fontem è L’ALBERO GRANDE DELLA FORESTA! Continuo ad unirmi nell’offerta e nella preghiera quotidiana!

    • Lascia un commento

      Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *