The economy of Francesco


L’incontro si terrà online dal 19 al 21 novembre. Maria Gaglione, del team organizzativo, ha raccolto le storie dei partecipanti: economisti, ricercatori, studiosi e professori universitari, imprenditori e startupper, studenti, attivisti e changemaker da 115 Paesi del mondo.

“È indispensabile formare e sostenere le nuove generazioni di economisti e imprenditori” per adottare un nuovo modello di sviluppo che “non esclude ma include” e non genera disuguaglianze. Parlando a economisti e banchieri, il Papa ha evidenziato l’urgenza di una “riconversione ecologica” dell’economia e ha sottolineato il ruolo decisivo dei giovani. Su questi temi li ha invitati a confrontarsi ad Assisi (Italia), dove San Francesco “spogliatosi di tutto per scegliere Dio come stella polare della sua vita, si è fatto povero con i poveri (…). Dalla sua scelta di povertà scaturì una visione dell’economia attualissima”. L’incontro, dal titolo Economy of Francesco, si terrà online dal 19 al 21 novembre. Maria Gaglione, del team organizzativo, ha raccolto le storie dei partecipanti:

“I giovani che hanno risposto all’appello del Papa sono economisti, ricercatori, studiosi e professori universitari, imprenditori e startupper, studenti, attivisti e changemaker da 115 Paesi del mondo. Sono essi stessi “costruttori” di una economia più giusta, fraterna, che punta all’inclusione. Le università, le imprese, le comunità dove operano sono “cantieri di speranza”, come li definisce il Papa. Il loro motto è “No one left behind”, perché vogliono un’economia che non lasci indietro nessuno. In questo somigliano a San Francesco che sceglie una nuova vita per dedicarsi agli ultimi”.

Alla logica del profitto, San Francesco preferì quella del dono. Cosa significa fare del proprio lavoro e dello studio, un dono per gli altri?
“Questi giovani scelgono di donare la propria vita, le proprie capacità, i talenti, per dare a tutto un senso più profondo. Non pochi, intrapresa un’attività di studio o lavoro, a un certo punto scelgono di cambiare strada. Joel Thompson è un ingegnere elettronico. Ispirato dall’Enciclica Laudato Si’ di Papa Francesco ha deciso di impegnarsi per la giustizia ambientale e sociale, e ora vive e lavora in un villaggio indigeno nella Guyana amazzonica dove si occupa di formazione in 16 villaggi. Diego Wawrzeniak è un imprenditore sociale brasiliano, membro della comunità Inkiri. Ha lavorato nel settore finanziario e dopo aver creato una startup ha deciso di unirsi alla sua comunità per sviluppare una banca e una moneta locali e ora segue progetti che coniugano innovazione, imprenditorialità ed economia locale. Maria Carvalho ha origini indiane, è cresciuta fra Arabia Saudita e Canada e a Londra si occupa di politiche per l’energia e il clima. Racconta che il messaggio di fraternità di San Francesco ispira la sua vita e che ha scelto di diventare uno scienziato sociale per combattere povertà e disuguaglianza”.

A causa della pandemia l’evento, pensato per marzo, si terrà online a novembre. Come si svolgerà?
Si conserva l’impostazione originaria dell’evento che è stato pensato come un’occasione per far emergere la voce, il pensiero, le prospettive di giovani economisti e imprenditori. Da mesi circa 1200 ragazzi da tutti i continenti lavorano sui grandi temi dell’economia di oggi, cercando di conciliare dimensioni apparentemente distanti: finanza e umanità; agricoltura e giustizia; energia e povertà; etc.. L’appuntamento di novembre sarà la tappa fondamentale di un processo dunque già avviato per raccontare l’esperienza vissuta e il lavoro di questi mesi. Le proposte e le riflessioni troveranno spazio nelle varie sessioni del programma online, dove i giovani saranno in dialogo con economisti ed esperti di fama internazionale. Ci saranno collegamenti dai luoghi simbolici di Assisi e momenti in cui i giovani racconteranno le loro storie. E spazi per l’arte, la poesia, la meditazione, le realtà territoriali. Gran parte del programma sarà fruibile in streaming collegandosi al sito www.francescoeconomy.org  Il Papa ci ha comunicato la sua presenza.

Claudia Di Lorenzi

6 Comments

  • Grazie di questa stupenda opportunità!
    Cercherò di collegare le mie classi del triennio di un istituto tecnico in cui insegno, non ci lasceremo sfuggire questa opportunità di vivere in tempo reale un evento senza precedenti!

  • Creí que lo había ya enviado: estoy compartiendo, pero me faltan horarios y medios de enlace. Si me pueden dar esta información. Gracias esto es para el area de lo Estados Unidos!
    Gracias

  • Me gustaría compartirlo y de hecho lo hice, pero no tengo horarios o de en cual medio se trasmitirá, horas, etc. Yo vivo en una isla de los Estados Unidos, pero La mayoría de las personas a quien comparto viven en el país!!
    Gracias de antemano!

  • TOTALMENTE DE ACUERDO ¡¡ PROMOVEMOS DOS EXPERIENCIAS BASADAS EN LA ECONOMIA DE COMUNIÓN : *” EL CLUB LOS 7 A LAS 7 SALVEMOS UN NIÑ@ “¡ MANIFIESTO POR LA PAZ – LA FRATERNIDAD COMIENZA POR EL BOLSILLO! : LOS DIAS 7 DE CADA MES LAS PERSONAS APORTAN UNA CUOTA ECONÓMICA PARA AYUDAR A UN NIÑ@ Y SU FAMILIA , IGUALMENTE SE PROMUEVEN ACTIVIDADES DE EMPRENDIMIENTO DE ECONOMIA DE COMUNIÓN.
    * FONDO MONANTRÓPICO INTERNACIONAL -FMI : LOS DIAS 7 DE CADA MES, LOGOTERAPEUTAS DE VARIOS PAÍSES DAN UN APORTE DE 7 DOLARES PARA CREAR PROYECTOS PRODUCTIVOS QUE DEN TRABAJO A PERSONAS MARGINADAS E IGUALMENTE SE DAN BECAS DE ESTUDIO .( TODO ESTO SIGUIENDO EL MODELO DE ECONOMIA DE COMUNIÓN)

  • Dado que la pandemia Covid-19 va a impedir el viaje de la mayoría de los inscritos en EoF a Asís, la comisión organizadora ha lanzado la idea de acortar distancias mediante nodos o HUBs locales repartidos por el mundo. Esta es su propuesta:
    La Economía de Francesco es la economía de “donde se juntan dos o más…”, ¡nadie debería estar solo!
    ¡Nuestra reunión de noviembre se acerca rápidamente!
    En este año especial y único, queremos tener un evento verdaderamente global: ¡contemos la historia de la Economía de Francesco al mundo entero!
    Ideas, música, proyectos, cuentos, arte, reflexión, mesas redondas. No es solo un evento, sino una experiencia para compartir… ¡Así que acortemos la distancia!
    Te invitamos a participar del evento junto a otros jóvenes de tus países reunidos en sugerentes lugares de nuestras ciudades.
    Descubre algunos lugares que albergan un HUB de EoF en todo el mundo. ¡Encuentra el más cercano a tu ciudad e inscríbete lo antes posible!
    https://francescoeconomy.org/it/eof-hubs/
    Para obtener más información, escribe a: staff@francescoeconomy.org y community@francescoeconomy.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *