Paolo VI e Chiara Lubich. La profezia di una Chiesa che si fa dialogo