1 Comment

  • Ugo Foscolo, poeta e scrittore dell’Ottocento, dai suoi “Sepolcri” da uno sguardo sulla nostra civiltà e, da non credente che era, ci grida: “Anche la Speme (=la speranza), ultima dea, fugge i sepolcri”. Ma tu sei cristiano e come me, non puoi permetterti di non sperare. Perché? Intanto la speranza cristiana che potremo definire come “fede al futuro”, non è da intendersi come l’attendersi di qualche evento che può venire o anche non venire. Perché l’Evento di cui parliamo è già venuto, ha un nome, è una persona, ha un volto. E’ Gesù di Nazareth Figlio di Dio e figlio di Maria. Ed è speranza certa perché l’uomo di cui parliamo non è solo uomo ma è il Dio fatto carne, è l’ Emmanuele, l’Uomo Nuovo, il Risorto che ha vinto con la sua morte e risurrezione, la sua, la tua morte e quella di ogni uomo. Vivi dunque con me nella gioia che questa Speranza ci da ogni giorno dicendo a Gesù, a te stesso e a ogni fratello che oggi incontrerai: “Credo nella Risurrezione della carne e la vita del mondo che verrà”.

Deixe um comentário

O seu endereço de email não será publicado. Campos obrigatórios marcados com *