Voluntarios de Dios. La palabra de orden: compartir

7 Comments

  • Chissà a quale congresso ha partecipato il sig. Mazzarella !!!!
    Per quanto mi riguarda era il mio primo congresso da volontario e mi sono trovato benissimo, in un clima di mondo nuovo e sopratutto con meditazioni, vedi Chiara domenica e Pasquale Ferrara venerdì, molto profonde. E che dire dell’esperienza di Riccardo ? E la campionessa Trimi ?
    La grande novità dei gruppi per interessi è stata l’occasione per conoscere e costruire ponti con persone che non avevo mai visti ma che ho sentito fratell

  • Un appunto decisamente positivo va all’organizzazione che ha reso una massa di gente cosi numerosa, fluida e ordinata consentendo uno svolgimento del congresso nell’armonia e nella bellezza e come si sa la bellezza eleva.

    Grazie e tutti voi UNO IN GA
    Giuseppe Spadavecchia

  • IMPRESSIONI SUL CONGRESSO DEI VOLONTARI ITALIA
    Giuseppe Spadavecchia medico-chirurgo psicanalista ; docente di igiene e cultura medico-sanitaria Zonetta Abruzzo
    E’ stato decisamente il più bel congresso che ho vissuto tra i volontari quasi equiparabile per motivazione interiore a quelli a cui ho partecipato da gen con Peppuccio e Opus.
    Per una personalità come la mia che da sempre ha sentito l impegno (con l’ideale nel cuore) verso “le periferie affettive dell’umanità” e che spesso…

  • diciamo più che un congresso un meeting, fatto bene (anche se di condivisione oltre a fb twitter e wathsapp c’era poco)…. non mi sono particolarmente entusiasmato, anzi a tratto chiesto il senso di moltissimi momenti… ovviamente ognuno ha la sua sensibilità, ed ognuno il suo vissuto, ma credo che oggi, nel contro contesto storico, economico e tecnologico sia stato in gran parte solo una dimostrazione di forza fisica… più che un arricchimento di anima… ovviamente è la mia idea…

    • grazie della tua testimonianza, l’hai condivisa e non ti appartiene più perchè è nostra ora. Mi sento invitato a scrivere le mie impressioni da casa, dopo aver seguito gli streaming, aver letto tutto ciò che il web ha passato, era già nelle intenzioni ma non mi sono ancora mosso col tempo libero rosicchiato dal mio nucleo, famiglia…….per me è stato come essere presente, buon santo viaggio insieme, un abbraccio Giovanni

    • ciò mi ha condotto a superare certi schemi sociali e professionale, mi è parso di trovarmi ad una svolta fondamentale della branca.
      Mi ha colpito la frase “il volontario non può parlare male del mondo perche non può parlare male di GA” e davvero mi è sembrato che finalmente tutta una umanità entrasse nel congresso, atleti, artisti ,sociologhi, docenti universitari gente semplice facendoci sentire chiaramente che non siamo nati per stare chiusi nei nostri ambienti,nei nostri nuclei ma ….

    • …..per vivere con loro, accanto a loro con umiltà e fiducia per una realtà umana migliore . In caso contrario si muore.
      E’ l’incarnazione dell’ideale che non deve fare paura anche nel campo delle innovazioni tecnologiche. Molte idee comunicate sul palco o venute fuori nei gruppi, con mia sorpresa erano simili a mie idee che in questi anni mi sono venute in mente e sentirmi “confermato” dopo tutto questo tempo di solitudine, mi ha fatto sentire a casa.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *