Cittadelle
PDF Stampa
 
Espandi +

“E fu a Einsiedeln che capii, vedendo dall’alto di una collina la basilica e il suo contorno, che doveva sorgere nel Movimento una città, la quale non sarebbe stata formata da un’abbazia o da alberghi, ma da case, luoghi di lavoro, scuole, come una comune città”. Scrisse così Chiara Lubich nel suo diario del Marzo 1967. Erano i ricordi dell’estate 1962 in Svizzera, quando ebbe la prima intuizione di quello che oggi sono le “cittadelle” o “mariapoli permanenti”, tra le realizzazioni più conosciute del Movimento dei Focolari.

Espandi +
 
Articoli
Agostino d’Ippona: una eredità, una risorsa
12 ottobre 2014
 
Agostino_d'Ippona_a
All’Istituto Universitario Sophia, nell’ambito di LoppianoLab 2014, un filoso e un teologo si confrontano sull’attualità del pensiero di Sant’Agostino.
LoppianoLab 2014, un bilancio
6 ottobre 2014
 
20141006-01
Un Paese vivo, una società civile che vuole farsi coinvolgere nella costruzione del bene comune. È questo lo “stato di salute” dell’Italia che, nonostante la crisi, emerge a conclusione della quinta edizione di LoppianoLab.
Video messaggio di papa Francesco per il 50° di Loppiano
5 ottobre 2014 |
3
 
20141006-b
"Niente mediocrità! Guardare avanti e puntare in alto con fiducia, coraggio e fantasia" è l'invito di Francesco agli abitanti di Loppiano e a quanti "vogliono diventare esperti nell’accoglienza reciproca e nel dialogo".
 
12345...»