Induismo
PDF Stampa
 
Espandi +

Una calorosa amicizia, che porta a condividere ideali, vita e sogni, segna i primi contatti del Movimento dei Focolari con l’Induismo, a partire dalla metà degli anni ’80 in India.

Natalia Dallapiccola, testimone degli inizi del Movimento dei Focolari a Trento e il dr. Aram esponente indù, allora fra i presidenti della WCRP (Conferenza Mondiale delle Religioni per la Pace, alla quale anche i Focolari partecipano), sono fra i primi protagonisti di questo dialogo.

Dopo la morte del dott. Aram, lo Shanti Ashram insieme a diversi rappresentanti della realtà gandhiana nello stato del Tamil Nadu, invita Chiara Lubich in India nel gennaio 2001, , insignendola del Premio Defender of Peace 2000l

Nella motivazione si legge:“Instancabile il ruolo di Chiara Lubich nel gettare semi di pace e amore fra tutti gli uomini, rafforzando così continuamente il fragile quadro della pace sul quale si sviluppa la prosperità, il benessere, la cultura e la spiritualità del mondo”.

Espandi +
 
Fatti di vita
 
 
 
 
Articoli
Chiara Lubich e le religioni: la “regola” del dialogo
16 marzo 2014
 
ChiaraLubich_MinotiAram
Insieme verso l’unità della famiglia umana è il programma che ha animato la ‘missione’ di Chiara Lubich su questa terra. Nel suo sesto anniversario la ricordiamo con il contributo dato alla reciproca comprensione tra fedeli di diverse religioni.
14 marzo: con Chiara Lubich
14 marzo 2014 |
1
 
chiara-421x200
Nel 6° anniversario della sua morte, la fondatrice dei Focolari (1920-2008) è ricordata in molte città del mondo. Il 20 marzo a Roma, personalità di diverse religioni rifletteranno su“Chiara e le Religioni. Insieme verso l’unità della famiglia umana”.
Chiara Lubich e le religioni: Induismo
2 marzo 2014
 
20140302-05
Una calorosa amicizia, che porta a condividere ideali, vita e sogni, segna i primi contatti del Movimento dei Focolari con l’Induismo, a partire dalla metà degli anni ’80 in India.