Pasquale Foresi
PDF Stampa
 
Espandi +

Chiara Lubich ha ravvisato sempre in Pasquale Foresi un particolare ruolo nello sviluppo del Movimento dei Focolari: quello dell’incarnazione del carisma dell’unità, e per questo lo considera, insieme a Igino Giordani, cofondatore del Movimento.

Pasquale Foresi nel 1949, anno della sua conoscenza di Chiara e del Movimento, era un giovane alla ricerca. Dopo aver sentito la vocazione al sacerdozio, frequentava il seminario di Pistoia e il Collegio Capranica a Roma.

Racconta: «Ero contento, soddisfatto della mia scelta. Ad un dato momento però, ho avuto non una crisi di fede, ma un semplice ripensamento. (…) Mi è sorto così il dubbio di potermi avviare al sacerdozio con queste difficoltà in cuore e ho sospeso momentaneamente lo studio. È stato a quel tempo che ho conosciuto il Movimento dei Focolari (…). Notavo, nelle persone che vi appartenevano, una fede assoluta nella Chiesa cattolica e contemporaneamente una vita evangelica radicale. Ho capito così che quello era il mio posto e ben presto l’idea del sacerdozio è ricomparsa».

Espandi +
 
Articoli
Don Foresi: la preghiera per l’unità
20 luglio 2014
 
wpid-1405512588870.jpg
“Unità” è la grande parola di Gesù rilanciata in pieno XX secolo dalla spiritualità testimoniata e annunciata da Chiara Lubich. Commento di Pasquale Foresi al testo della preghiera per l’unità, decisivo per la vita di coloro che desiderano incamminarsi sulla via della spiritualità comunitaria.
Don Foresi: il significato cristiano della parola “agape”
13 luglio 2014 |
2
 
20140714_2a
Come si può parlare del Dio cristiano a chi proviene da un’esperienza religiosa molto diversa, come il buddhismo? Un pensiero di Pasquale Foresi a commento di uno dei 12 punti della spiritualità dell’unità: l’amore reciproco.
Don Foresi: «Un Dio perdutamente innamorato»
6 luglio 2014
 
PasqualeForesi2
Nel volume “Luce che si incarna”, Pasquale Foresi, primo focolarino sacerdote e cofondatore dei Focolari, commenta i 12 punti della spiritualità dell’unità. In questo brano un commento al primo punto: Dio Amore.
 
12