Carisma, profezia, incarnazione


Diario dell’Assemblea generale /3, del 26 gennaio 2021

Stefan Tobler

“Chissà se il nostro compito non è tanto quello di dare la ‘luce’, ma di entrare nel buio, nel fango, nella disperazione della mancata dignità, […] nelle mille diverse povertà di ora”? Probabilmente è questa domanda provocatoria che ha maggiormente caratterizzato il secondo giorno di ritiro spirituale dell’Assemblea generale dei Focolari.

Dopo la preghiera ecumenica iniziale che ha riproposto la necessità di una profonda conversione dei cuori, Stefan Tobler, teologo riformato svizzero e Paula Luengo, psicologa cilena, hanno affrontato il tema centrale dell’incarnazione: che cosa significa che Dio si è fatto uomo, ultimo con gli ultimi? E cosa vuol dire per i Focolari, oggi, vivere e concretizzare la spiritualità dell’unità?

 

Silvina Chemen

Gli studiosi presentano le loro riflessioni da due punti di vista complementari. Partendo dagli scritti mistici di Chiara Lubich, Stefan Tobler mette in evidenza il valore dell’incarnazione. “Per Chiara non è soltanto un momento nella storia del passato, ma un fatto che ha cambiato in modo permanente il significato di tutto il creato e che dà alle cose della terra un valore di eternità, un’altissima dignità”. E l’incarnazione continuerà – conclude Tobler – se riusciremo ad “avere occhi semplici che scoprono Dio sotto la realtà di questo mondo”.

Paula Luengo

Questa nuova dignità che il mondo assume se guardato in quest’ottica, dovrebbe provocare un cambio di prospettiva da parte nostra, spiega Paula Luengo. “Non troveremo la nostra identità guardandoci l’ombelico, ma abbracciando – come dice Chiara– ‘tutti i soli’”. Dobbiamo “partire dall’umanità con i suoi abissi. Incarnazione è quindi un movimento che cerca prossimità e abbassamento”.

Alla stessa conclusione arrivano Luigino Bruni, italiano, professore di Economia Politica e di Storia del Pensiero Economico, e Silvina Chemen, argentina, rabbina a Buenos Aires, riflettendo su “carisma, profezia e incarnazione”. Ci si domanda: è ancora possibile parlare oggi di dimensione profetica di un carisma? “Quando ci sono fratelli – spiega Silvina Chemen – c’è profezia; quando c’è fratellanza, appare la voce [di Dio]; quando stiamo veramente insieme, Dio si manifesta”.

Luigino Bruni

Negli incontri di gruppo emergono molte domande sul presente ed il futuro del Movimento, come quella su cosa significhi restare fedeli alle radici oggi. „Riuscire – spiega Luigino Bruni – nelle comunità carismatiche a capire che la prima storia, quella storia meravigliosa che ci aveva fatto sognare a occhi aperti e fatto vedere il cielo, è finita, è un atto particolarmente difficile. Ma la storia continuerà perché la promessa era più grande della prima veste che la nostra fede aveva indossato nella prima parte del percorso”.

Ufficio Comunicazione Focolari

 

Testo pdf

59 Comments

  • El Espíritu Santo, invocado en la unidad, está con nosotros en la profundidad de cada uno y de la comunidad, encarnando a Jesús de estos tiempos, con los dones para comprender este milagro de amor de Dios y vivirlo como María.

  • Grazie per la costante condivisione, vi seguiamo con la preghiera e l’offerta dei piccoli o grandi dolori – sempre Lui -, affinchè nella piena comunione lo Spirito Santo vi illumini nelle scelte delle persone e dei programmi per i prossimi anni.
    Sono d’accordo che dobbiamo immergerci nei tanti volti e realtà con cui si presenta GA, tra l’altro Chiara lo sottolineava, pensando alla presenza di Maria, nella risposta di Gesù ” La voglio rivedere in te, tu, voi aprirete braccia e cuori di madri, a voi asciugare lacrime, lenire dolori…” In questo abbiamo un bellissimo esempio e stimolo in Chiara Amirante e Nuovi Orizzonti, nato da una gen che amava appassionatamente GA.
    Per quanto riguarda la nuova veste, ci aiuta anche quanto ha detto Jesus nel suo libro sulla fedeltà al Carisma e creatività, però penso sempre con nel cuore i primi tempi, cui ispirarsi per la radicalità e l’incarnazione attualizzata: Chiara ci ha indicato più volte che bisogna spesso confrontarci coi momenti fondativi del Carisma, come anche la Chiesa invita a fare. Importante, diceva Chiara e Palmira lo ricordava, non aggiungere e togliere niente al bambino, si può cambiare vestito, ma il bambino deve rimanere tale. Sempre uno con tutti e, come diceva Luminosa, offriamo tutto, anche le cose più semplici, gli inconvenienti, i contrattempi, perchè tutti siano Uno.

  • Désolée, je ne parle pas italien. Merci pour ces réflexions et commentaires qui nous sont donnés et qui laissent apparaître la beauté de lOeuvre Une. Mais j aimerais comprendre ce que veut dire Luigino Bruni quand il dit que ” cette merveilleuse histoire , où nous avions les yeux levés vers le ciel,…….. ” doit
    s arrêter…. ? Qu entend il’par là ? Il me semble que les ” pieds dans la boue, dans les misères et les souffrances …” , nous les avions déjà du temps où nous étions émerveillés pas le charisme …. Merci de m aider à bien comprendre ces propos… Unitissima.

  • Due frase di questo 3 giorno mi hanno dato tanta gioia e tanta speranza:
    “Chissà se il nostro compito non è tanto quello di dare la ‘luce’, ma di entrare nel buio, nel fango, nella disperazione della mancata dignità, […] nelle mille diverse povertà di ora”?
    E anche quella: “Riuscire – spiega Luigino Bruni – nelle comunità carismatiche a capire che la prima storia, quella storia meravigliosa che ci aveva fatto sognare a occhi aperti e fatto vedere il cielo, è finita, è un atto particolarmente difficile. Ma la storia continuerà perché la promessa era più grande della prima veste che la nostra fede aveva indossato nella prima parte del percorso”.
    Mi dico che tutti i “meno giovani” dell’Opera abbiamo forse da saper perdere la “prima storia”, per aprirci a scoprire le promessa che c’é dietro questa prima storia. Aprirci a cose nuove, non aver paura di sentire forse la terra tremare sui nostri piedi….come é stato detto già, più important forse darà chiarire i nostri rapporti (dapertutto) per un’unità più vera e più profonda che possa toccare tutte le realtà dell’Opera e anche le Opere dell’Opera.

    • Carissimi 46anni fa’ mi è stato”annunciato
      Gesù Abbandonato”da un compagno di lavoro,in fabbrica dove lavoravamo.Anni prima avevo già provato la pace che si vive,quando in un momento di profondo dolore ti affidi a Gesù Abbandonato.Quel giorno è per sempre.Ho ottanta anni sto vivendo,posso dire senza tempo,la gioia di vivere per quello che posso, la promessa che professai quando sono entrato nel nucleo dei volontari.Ho portato per 40 anni la P diV in parrocchia ad un gruppo di famiglie al modo di Famiglie Nuove.L’Opera di Maria non tema.Gesu’fa’nuove tutte le cose,distruggendo il peccato ci rende bianchi come la neve.

  • Adentrarnos con todas nuestras diversidades en la noche desde lo colectivo y fraterno, nos llevará a conquistar un nuevo amanecer para tod@s. Gracias por el trabajo que están haciendo.

  • Il discepolo non è più del maestro se hanno perseguitato me perseguiteranno anche voi.
    Stiamo vivendo la passione della chiesa che rinascerà più bella di prima ma ora c’è il discernimento di chi è con Dio e chi no. I tempi predetti dalla Madonna si stanno avverando siamo nell’apocalisse. Preghiamo amiamo tutti perdoniamo tutti e guardiamo il cielo la nostra meta.

  • Prima di tutto: grazie. Poi, chiedere a Dio-Trino la grazia; a Maria, che sia vicina a ciascuno; a Chiara, (sei la nostra mamma per sempre) per capire che solo l’amore sará la domanda alla fine della vita. L’amore per l’altri. Semplice. Tra di noi (ricomenciare e servire) e con ciascuno. Dio in me, Abbandonato, con Dio in te. Non c’è l’area di confort. Se la abbiamo, dobbiamo chiederci dove siamo. Siamo sempre pronti per fare la strada di questo Santo Viaggio insieme a tutti. E Dio ci porta. Sicuro. Dio andrà di nuovo in questa terra. Chiedo allo Spirito Santo per tutte e tutti.

  • Grazie per questi aggiornamenti quotidiani. Mi sembra di “vivere con voi lì “! Grazie per quello che oggi ci donare! Che Profondità e che concretezza!

  • perdere l’Ideale del primo tempo pur caratterizzato da tanta eroicita’ , in tanti hanno lasciato ogni cosa per un salto nel buio che poi si è rivelato un tuffarsi nella Luce, è veramente difficile,arduo; è un perdere Dio per Dio per abbracciare ogni Abbandono che incontri. E questa è l’incarnazione oggi?

  • Basta che un uomo solo sogni perché un’intera stirpe profumi di farfalle.
    Basta che uno solo dica di aver visto l’arcobaleno di notte perché anche il fango abbia gli occhi rilucenti.

    Manuel Scorza Torres (1928-1983), scrittore e politico peruviano.

  • Ricordo che Chiara ci diceva che doviamo “mangiare il buio”. Rinnovo mi consacrazione a GA. Siamo con voi.

  • Grazie per questi aggiornamenti preziosi.
    Vedo necessario poter scendere nelle periferie buie dei nostri tempi, ma con coraggio, senza paure e senza risparmiarsi, perché esse sono molto toste e dure… Vedo altrettanto importante che ogni riflessione su di esse possano nascere non tanto dall’analisi isolata della situazione e stando forse ad esse lontane, ma sopratutto vivendo con esse pienamente immedesimati.
    Tutto nasce dalla vita.
    Auguri per tutto.

  • Grazie! Mi ha dato tanta gioia questo aggiornamento. Da piccola avevo questo sogno di vivere con tutti nella casa del Padre, cioè trovare conforto di casa a tutti dove ognuno si sente bene indipendentemente delle diversità. Adesso tutto sta realizzando entrando, vivendo con l’umanità nei suoi abissi. Cosi ogni incontro con qualsiasi persona ed ogni posto che accogliamo, può diventare “un piccolo opera di Dio” che agisce nell’umanità, nella storia silenziosamente. La luce del buio di Gesù Abbandonato sempre é stato ed é la luce più forte. Non so perché ma é cosi. Vuol dire che cominciamo vivere un epoca nuova della Luce…?

  • Portiamo avanti il Carisma di Chiara , ognuno con la sua piccolezza, ma con il grande insegnamento che ci ha dato lei.. GRAZIE per il lavoro che state facendo…. Noi vi siamo uniti con il ❤️ anche se lontani… Sempre in unità come ci ha insegnato lei..

  • Questa assemblea è il nostro “Concilio”, perché deve generare l’Opera per il futuro; come ha detto Luigino “la prima storia..è finita”. Serve uno sguardo nuovo ma con gli stessi occhi di Chiara; tutti siamo chiamati a mutuare lo sguardo nuovo che nascerà dal questa assemblea, perché il Carisma ha un compito grande nella storia. Uno per questa nuova idealità.

  • Io penso che noi dobbiamo entrare nel fango perché il fango venga visto come lo vede Dio prima di tutto, ed è lo specifico del nostro Carisma e poi facciamo tutto quello che c’è da fare per eliminare il fango. Quindi noi dobbiamo illuminare il fango.
    Grazie e sono con voi

  • Grazie per questi brevi aggionamenti ma che sono parole di fuoco perché di cielo. Essi porta l’anima in Paradiso e ci essere li a vivere con cuore dilatato all’infinito questa esperienza.
    Conta sulle mie preghiere e unità.

    • Grazie x la condivisione di queste riflessioni che ci portano ad un introspezione personale della nostra vita esistenziale di oggi. Vedere con gli occhi di Dio la nostra storia oggi. La continuità del Carisma sta a noi incanarlo attualizzarlo nel contesto sociale.

  • “Conseguir entender nas comunidades carismáticas que a primeira história acabou, aquela história maravilhosa que nos fez sonhar com olhos abertos e nos fez ver o céu. Este é um ato particularmente difícil. ”
    Sim, mas se é o que temos que fazer para seguir atualizando o Carisma e dar nosso contributo específico à Chiesa, com a graça de Deus, conseguiremos!

  • L’incarnazione deve essere il nostro “tarlo” continuo. Uscire incontro all’umanita’, ai fratelli soli e diseredati. Non possiamo più starcene comodi tra noi a guardare, ma dobbiamo usare tutta la nostra creatività per alleviare tanta sofferenza. È un tema molto importante che sta a cuore a molti di noi.

  • Mi state facendo vivere ‘il ricominciare’: niente più voltarsi indietro ma guardare a chi mista accanto e prenderlo su come ‘mio’.

  • Indeed blessed are those who hear the word of God and put it into practice. This way the movement, the Ideal and our Charisma is felt by everyone who interact with us. Long live Chiara our Mother.

  • Come diceva Maras, Gesù sta già dando compimento al suo disegno sulla storia, a noi sta “solo” aggiungere ciò che manca alla sua passione. Bella l’immagine di immergersi nel dolore dell’umanità senza nemmeno lo scopo di portarvi luce. Grazie

  • Luigino Bruni ha detto che l’esperienza aurorale dei Focolari è finita con la morte di Chiara? Quell’atmosfera magica di incantamento che ci ha fatto intravedere la fiction su Chiara è appunto una “fiction”? Certo è dura passare dagli incanti di Fiera di Primiero dei primi tempi alle dolorose ammissioni di Jesus Moran e di Maria Voce che all’interno del Movimento ci sono stati vari tipi di abusi, da quelli sessuali a quelli di autorità. Sicuramente nell’Opera ci sono stati alcuni che non hanno approvate le pubbliche dichiarazioni di Emmaus e di Jesus e avrebbero preferito che i panni sporchi si lavassero in famiglia. Io invece dico che avete avuto coraggio, anche se il prezzo da pagare è stato alto: la quotidianità, molte volte nemmeno delle migliori, ha preso il posto del carisma allo stato nascente…

  • Opera di Maria… Se saremo altre Maria concepiremo e faremo rinascere, vivere nel nostro quotidiano Gesù, il più grande dono di cui ha estremo bisogno il mondo oggi

  • Thanks for the new liberating insight. ”Truly unless a grain of wheat falls to the ground and dies, it could not bear fruit.” Also that of Luigi Bruni, every encouraging to start the next six years and beyond. All my unity and prayers for this Assembly.

  • Si vede e sperimenta sempre di piu’che Gesu Abbandonato se amato …e la chiave che transforma la Notte piu buio …il selenzio piu assoluto…e con tempo illuminar e transformera e riscaldera il mondo intero…

  • Wow! The reflection that our role is not so much to give light but to enter into the darkness, into the mud , is very timely as we go through the dark night of the pandemic. We make ourselves one with our neighbor, with his darkness, as we struggle with our own darkness.

  • Il commento di Luigino Bruni, che copio sotto, pone tanti interroganti su come presentare oggi e in futuro la spiritualita. Metto in maiuscula le parole di Bruni che richiedono una spiegazione “operativa”, cosa vogliono dire in CONCRETO .Si dovra’ cambiara la “storia dell’Ideale”? ???

    Riuscire – spiega Luigino Bruni – nelle comunità carismatiche a capire che la prima storia, quella storia meravigliosa che ci aveva fatto sognare a occhi aperti e fatto vedere il cielo, E ‘FINITA, ( ??) è un atto particolarmente difficile. Ma la storia continuerà perché la promessa era più grande della PRIMA VESTE (??) che la nostra fede aveva indossato nella prima parte del percorso” .

  • Dobbiamo sporcarci le mani collaborando con tutte le associazioni, i volontari, le forze migliori della società, all’interno di ogni comunità.

  • Que fuerte la introducción “Quizás nuestra tarea, ¿no sea tanto dar la “luz”, sino entrar en la oscuridad, en el barro, en la desesperación por la falta de dignidad, […] en las distintas pobrezas de ahora”? Me dejó meditando

  • Sono d’accordo: una visione alta e che si può mettere in pratica giorno dopo giorno. Devo volerlo ed impegnarmi con determinazione e gioia. Grazie di questa possibilità che abbiamo di “vivere” con voi passo dopo passo. Chiedo lo Spirito Santo.

  • E molto bello particolarmente per questo momento che vive l’umanità. Troveremo la nostra identità e saremo luce, soltanto se abbracciamo “tutti i soli” che Lui ci ha datto, se non no siamo….

  • Grazie di farci partecipe di questi momenti di luce! Anche se , come dice Tobler, dobbiamo prenetare il buio dell’umsnità di oggi, penetrare in Gesú Abbandonato. Grazie e viviamo e offriamo perche lo Sipirito Santo illumini tutti con i suoi doni!

  • Che bello la dimensioni che l’amore vero a Gesù Abbandonato passa per “le immondizie ” dell’umanità di oggi. Io sono parte di essa, Lui mi chiedi disponibilità

  • Soy Reme….acabó de volcalme en EXCESO, POR LO QUÉ PIDO…” PERDÓN ” SOBRE TODO A LOS QUÉ
    LLEVAN ESTÉ COMETIDO.!!!!!
    Es tan sencillo , cómo dar las ” GRACIAS ” por todo lo qué nos comparte.
    Y por mí parte,
    VIVO PARA Y POR LA ASAMBLEA..Y CON ÉL ESPÍRITU SANTO SIEMPRE, PRESENTE…

  • Un día más !!!!!
    Gracias por compartir , algo tan IMPORTANTE, qué yo no sabré decir con palabras.!!!!
    Pero qué Dios y Chiara , me hacen entender, cómo algo maravilloso.
    Esta etapa de esas historias maravillosas,
    Cómo nos dice ” Luigino Bruni”…
    Y con la fuerza de la ” FÉ ” Y Ayuda del ESPÍRITU SANTO….LES HARÁ LLEVAR LA ASAMBLEA, CON ÉL ESPÍRITU SANTO….Y CHIARA CON SU CARISMA.
    DESEÓ SER FIEL…hasta él final…a su Carima.
    Esa FÉ…qué me hace CREER ..QUÉ ÉL ESPÍRITU SANTO, HARÁ SU OBRA…

  • La seconda veste del secondo percorso l‘abbiamo già indossato attuando ciò che abbiamo imparato portando la prima veste. Solo che adesso, perdendo la prima, continuiamo ad incamminarci su sentieri nuovi, inaspettati, ma altrettanto luminosi nella sempre nuova „incarnazione“ di ogni giorno facendo opere di Pace negli incontri quotidiani.

  • Grazie di queste riflessioni piene di sapienza che scaturiscono dal cuore di credenti di varie tradizioni e varie religioni. In cuore mi rimane soprattutto questo pensiero:“Non troveremo la nostra identità guardandoci l’ombelico, ma abbracciando – come dice Chiara– ‘tutti i soli’”. In comunione anche se a distanza.

  • Ammettere che la storia , la prima storia , che ci ha fatto innamorare dell’ideale è finita non è facile ..
    …ma la promessa che la storia continuerà ancora più grande ci fa sperare !!!

  • Questi passaggi e questa domanda iniziale danno”ossigeno e ali”a ciò che si avverte nelle nostre quotidianità.. è forte sentire che lo SS ci spinge a vivere in una “veste”nuova fedele alla promessa.grazie viviamo con voi.

  • grazie, nella sua essenzialità questo comunicato mi ha coinvolto profondamente anche in relazione all’interdisciplinarità ( e ecumenicità) degli interventi.Si vede la fecondità e l’universalità del Carisma profondamente innestato nelle differenti realtà del mondo cristiano e di quello dell’ebraismo.

  • Sì, come pezzi di pane, farci “consumare” dai fratelli, per entrare nella loro pelle…

    Grazie perché ci rendete partecipi dello Spirito Santo che passa tra voi!

  • Gracias por esta puesta al día. Dos elementos que resuenan para mí
    1. Entrar a la oscuridad de este mundo
    2. El abajamiento de la Encarnación.
    Y me quedo con la frase de Chiara: Abrazar a los solos
    Seguimos en oración por tan histórica y sensible Asamblea de la obra de María

  • È forte questa prospettiva, è scendere nella carne di Cristo sofferente…attualizzare il carisma come contemplativi nel mondo. Ché lo Spirito Santo illumini i passi di tutti noi

  • Si sente il Vento dello Spirito che soffia.
    Anco
    r di più la voglia di immergersi fino in fondo .per farci contaminare

  • È una visione alta, con un respiro universale!
    Continuare l’Incarnazione: “Perdersi nella folla per informarla del divino…”
    Occorre un Amore eroico, puro, esclusivo…
    Chiediamo la Grazia di ottenerlo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *