Chiara Lubich, giugno 2000