Rinnovare la donazione a Dio


Con la sua consacrazione a Dio il 7 dicembre 1943, Chiara Lubich, allora 23-enne, dava origine al Movimento dei Focolari. 60 anni dopo ha ricordato in un collegamento telefonico questo momento, invitando tutti gli appartenenti al Movimento a rinnovare la propria donazione a Dio.

[…] Oggi, guardando indietro possiamo capire cosa poteva dirci, diversi decenni fa, quel 7 dicembre 1943, anno della nascita del nostro Movimento; afferma che un carisma dello Spirito Santo, una nuova luce, è scesa in quei giorni sulla terra, luce che nella mente di Dio doveva dissetare l’arsura di questo mondo con l’acqua della Sapienza, riscaldarlo con l’amore divino e dar così vita ad un popolo nuovo, nutrito dal Vangelo. […] E pensa di chiamare me, una ragazza qualunque; e di qui la mia consacrazione a Lui, il mio “sì” a Dio seguito ben presto da tanti altri “sì” di giovani donne e giovani uomini.

Di luce, dunque, parla quel giorno e di donazioni di creature a Dio quali strumenti nelle sue mani per i suoi fini. Luce e donazione di sé a Dio, due parole estremamente utili allora, in quel tempo di smarrimento generale, di odio reciproco, di guerra. Tempo di tenebra, dove Dio pareva assente nel mondo con il suo amore, con la sua pace, con la sua gioia, con la sua guida, e sembrava che nessuno si interessasse di Lui.

E luce e donazione di sé a Dio, due parole che anche oggi il Cielo vuole ripeterci, quando sul nostro pianeta si protraggono tante guerre e soprattutto, più spaventoso di tutte, è apparso il terrorismo.

Luce che significa Verbo, Parola, Vangelo, ancora tanto poco conosciuto e soprattutto troppo poco vissuto.

Donazioni a Dio oggi più che mai necessarie e opportune se, per le cause che animano il terrorismo, si arruolano uomini e donne pronti a dare la vita. Che deve essere allora di noi cristiani, seguaci di un Dio che è stato crocifisso e abbandonato, perché nasca un mondo nuovo, per la nostra salvezza e per quella Vita che non avrà tramonto? […]

[…]Ripartiamo verso il mondo, che ci attende come Vangeli vivi, per poterlo immergere nella sua Luce.

Lo possiamo fare continuando a vivere la volontà di Dio nel momento presente […] senza dimenticare di far propria la “Parola di vita” colta dalla Scrittura che ci viene proposta mese per mese. […]

E, quasi nascessimo un’altra volta, ridoniamoci completamente a Dio secondo il modo da Lui scelto per ciascuno di noi. Così anche il presente e il futuro che Dio ci donerà diverranno graditi a Lui.

 

Chiara Lubich

 (in una conferenza telefonica, Rocca di Papa, 11 dicembre 2003)

Tratto da: “7 Dicembre 1943 – 7 dicembre 2003”, in: Chiara Lubich, Conversazioni in collegamento telefonico, pag. 664. Città Nuova Ed., 2019.

14 Comments

  • L’amore è il segreto della vita e l’Unita’ è il punto di arrivo della vita. Maria Immacolata fa che lo viva in ogni istante perché colmi i vuoti, colmi le distanze, raccolga i cuori e li porti alla Trinità Gaudio

  • I thank God for the Charism he gave to us through Chiara. It has helped me and my wife and children to grow in our Christian lives. We pray God to hasten the beatification of Chiara for his glory.

  • Si.Renuevo pero hoy de un modo que se presenta distinto en mi vida personal.Si.Renuevo mi Si en la ayuda de seguir adelante en ayudar a seguir construyendo el Mundo Unido.A pesar de todo .Si

  • Adhiero con mi corazón a este movimiento, tratando de practicar cada día el AMOR RECÍPROCO. Gloria Padrós de Henning

  • Très belle journée à chacun, en ce jour de Fête!
    Merci de le transmettre surtout à ceux, parmi nous qui sont dans l’épreuve .
    De tout cœur unie Marie-Françoise

  • Grazie Chiara per il tuo Sì!
    Nel tuo Si il mio si: aiutami ad essere fedele e portare, con gli altri, quei frutti che ti aspetti da noi!

    • Lascia un commento

      Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *