Finalmente un lavoro, ma per fabbricare armi!

 
Il racconto di una coppia di imprenditori che fanno una scelta controcorrente: dire di no ad un lavoro allettante che avrebbe recato grandi vantaggi economici all’azienda familiare.
3

20161107-01Alcuni anni fa, mio marito ed io abbiamo rilevato una piccola azienda meccanica, con 6 dipendenti e una numerosa clientela. Era un piccolo sogno che si avverava anche per il fatto che così potevamo assicurare un futuro lavorativo ai nostri figli.

Pur avendo ricevuto dai clienti tutte le rassicurazioni che nulla sarebbe cambiato, già nei primi sei mesi di attività ci siamo scontrati con la dura realtà del lavoro in proprio: discontinuità, burocrazia e anche qualche velato tentativo di corruzione.

Per noi era importante rimanere nella legalità ignorando queste richieste ma, anche a causa di questo atteggiamento e alla crisi del settore automobilistico, nell’arco di un anno abbiamo riscontrato che il fatturato dell’azienda si era dimezzato. Ci siamo ritrovati quindi con tanti debiti da pagare, senza risorse e di conseguenza abbiamo dovuto affrontare la durissima scelta di licenziare gran parte degli operai, dando loro il tempo di trovare un nuovo lavoro e siamo stati anche costretti a vendere i macchinari per poter dar loro tutto quanto gli spettasse.

Abbiamo vissuto tutto questo come un fallimento ma non ci siamo arresi. Intorno a noi la comunità dei Focolari, della quale facciamo parte da alcuni anni, ci sosteneva con la preghiera e noi ci siamo affidati a Dio perché ci guidasse nelle nostre scelte. La provvidenza, non si è fatta attendere. Si è presentata l’occasione di cambiare settore di lavoro, che ci dava più garanzie di una continuità; mio padre ha messo a nostra disposizione una somma per far fronte alle cose più urgenti; un nostro rappresentante ci ha lasciato in comodato d’uso un macchinario per un lungo periodo e i fornitori ci agevolavano con pagamenti dilazionati. Così pian piano ci siamo ripresi.

armi1Il frutto più bello di quel periodo è stato che i nostri figli sono cresciuti dando valore alle cose importanti come la scelta di una vita sobria e poter sperimentare così l’amore di Dio attraverso tanti piccoli ma importanti segni. Tutto questo ha rafforzato il legame nella nostra famiglia.

Il 2009 ha segnato l’inizio della crisi economica a livello internazionale e quindi anche noi ne abbiamo molto risentito.
A volte lo scoraggiamento ha prevalso ma siamo andati avanti tra mille difficoltà senza nessuna certezza sul domani, sempre confidando nella provvidenza che ci ha stupito in tante occasioni. Per esempio, quella volta in cui eravamo molto preoccupati perché non avevamo avuto neppure un ordine! Ho chiesto alle volontarie del mio gruppo, con le quali condivido la spiritualità dei Focolari, di pregare e nella tarda mattinata il fax ha cominciato a stampare 72 pagine di ordini! Veramente abbiamo toccato con mano la potenza della preghiera e la concretezza dell’amore di Dio per noi.

Quest’earmi2state un nostro cliente, che ci commissionava dei lavori saltuari, ci ha affidato un lavoro importante, durato un paio di mesi ma che per il futuro prospettava la possibilità di grosse commesse e quindi una tranquillità economica che sognavamo da tempo. Verso la conclusione di questo lavoro scopriamo che i pezzi prodotti verranno impiegati nell’industria delle armi pesanti.

Avevamo negli occhi le immagini della disperazione dei tanti profughi che fuggono dalle guerre nei loro paesi. La scelta di non accettare di lavorare per questa azienda è stata difficile perché ci avrebbe assicurato il lavoro per molti mesi ma non avevamo dubbi.

La cosa che ci ha resi più felici è il fatto che nostro figlio, che ha iniziato a lavorare con noi, è stato pienamente d’accordo e siamo certi che la provvidenza di Dio, sperimentata molte volte in questi anni, non verrà a mancare.

Regolamento(500)

 

Commenti

  1. Maricor

    Grazie per avere condiviso la vostra testiminianza!
    State costruiendo dei pezzetini di pace in questo mundo che, come dice Papa Francesco, cè in corso una guerra mondiale a pezzi.
    Il contributo silenzioso e perseverante di ciascuno, ha in se una potenza i può cambiare il corso della storia, perchè ha come base l’AMORE!

    Rispondi
  2. Sofia Xavier

    Grazie della vostra esperienza…!!! Come il giorno dei 72 pagine di ordini, giorno verrà che avrete 72×100 pagine di ordini per altri pezzi!!! Lui non ci ingana mai!!! Contate con le nostre preghiere e siamo con voi in questa vita-testimonianza della vera felicità!!!

    Rispondi
  3. Humberto

    Me ha gustado muchísimo la experiencia de esta familia. Todo hay que ponerlo en ORACIÓN. Cuando las cosas van bien, cuando hay mucha Unidad, cuando hay gracias especiales, elevar una oración de gratitud, de alabanza. Dios, te ofrezco un sacrificio de alabanza, gracias por tu Providencia, gracias porque tus Promesas siempre se cumplen si vivimos el Ideal. Y cuando no hay Unidad, cuando hay enfermedad, cuando nos visita Jesús Abandonado, elevar oraciones de petición, abrazar la Cruz .

    Rispondi

Leggi anche